(MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 26 Marzo 2017

Si è sbloccata la cessione del Milan?

La cordata cinese che dovrebbe comprarlo da Silvio Berlusconi ha detto di aver trovato tutti i soldi necessari per completare l'acquisto

(MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

La cordata cinese che da diversi mesi sta cercando di comprare il Milan dalla Fininvest di Silvio Berlusconi ha annunciato di aver trovato tutti i fondi per completarne l’acquisto. Il “closing”, cioè la chiusura dell’affare, è stato fissato per il 14 aprile, il giorno prima dell’ultimo derby stagionale contro l’Inter. La cessione del Milan si sta ormai trascinando da quasi due anni: il “closing” stesso è stato rimandato più volte – l’ultima delle quali il 3 marzo – ufficialmente per via di problemi della cordata cinese a spostare ingenti capitali dalle banche cinesi a quelle europee. Nei giorni scorsi Fininvest aveva comunque ricevuto diverse rassicurazioni sulla solidità del gruppo cinese, e l’affare sembrava da giorni destinato a sbloccarsi.

Concretamente, il comunicato della cordata cinese ha annunciato che una nuova società prenderà il posto di Sino Europe Sports (SES), la società che finora ha rappresentato la cordata in Europa e che ha materialmente versato i soldi delle famose “caparre” (cioè versamenti effettuati a Fininvest durante la trattativa per provare la solidità finanziaria del gruppo cinese). SES sarà sostituita da una società lussemburghese creata appositamente per aggirare il problema di spostare capitali dalla Cina, Rossoneri Sport Investment Lux. L’unico proprietario è il misterioso imprenditore cinese Yonghong Li, che da qualche tempo è indicato dai giornali come l’unico investitore del progetto.

Al momento Fininvest ha ricevuto circa 250 milioni di euro di anticipo per la vendita: secondo i calcoli del Sole 24 Ore, per concludere l’affare ne mancano ancora circa 350 milioni, 270 per la vendita stessa e 80 o 90 per rimborsare Fininvest dei costi di gestione di questa stagione, che teoricamente avrebbe dovuto essere la prima della nuova società. Sempre secondo il Sole 24 Ore, la maggior parte dei soldi rimanenti verranno prestati a Yonghong Li dal fondo americano Elliott, uno hedge fund (cioè un fondo di investimento ad alto rischio). La Stampa, che da mesi è molto informata sulla trattativa, ha scritto che ad oggi Silvio Berlusconi «sembra intenzionato a voler accettare la carica di presidente onorario».

Il Milan è la squadra italiana che ha vinto più di tutte in Europa, e fra la metà degli anni Ottanta e il 2010 circa è rimasta costantemente fra le più forti squadre europee. Poi i risultati sono peggiorati, complice una gestione sportiva discutibile e un certo disimpegno – soprattutto economico – del presidente Silvio Berlusconi. Dal 2011 a oggi il Milan non ha vinto praticamente niente e non disputa un torneo europeo da ormai tre stagioni. Quest’estate ha assunto come allenatore Vincenzo Montella e comprato soprattutto giocatori modesti. Al momento in Serie A è sorprendentemente settimo in classifica, dato che secondo molti sta giocando al di sopra delle proprie possibilità.