• postit
  • mercoledì 30 Novembre 2016

Dal prossimo Sei Nazioni le squadre otterranno un punto bonus facendo quattro o più mete e perdendo con meno di 7 punti di differenza

L’edizione 2017 del Sei Nazioni – il più importante torneo europeo di rugby a 15 per Nazionali – avrà un nuovo sistema di assegnazione dei punti. Sarà in prova per un anno (ed eventualmente confermato) e sarà come quello che già c’è nella Coppa del Mondo e nel Rugby Championship, a cui partecipano Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia e Argentina. Fino all’edizione del 2016 nel Sei Nazioni si prendevano due punti per la vittoria e uno per il pareggio. Nell’edizione del 2017 la vittoria varrà quattro punti e il pareggio due. Ci sarà poi un punto bonus per le squadre (vincenti o perdenti) che faranno quattro o più mete e per quelle che perderanno con una differenza pari o inferiore a sette punti. Questi due tipi di punti bonus saranno cumulabili. Per esempio: perdendo di cinque punti e facendo almeno quattro mete si prenderanno comunque due punti, nonostante la sconfitta. In più, se una squadra vincerà tutte e cinque le partite del Sei Nazioni riceverà tre ulteriori punti. Le nuove regole sono fatte per incentivare le squadre a fare più mete, e per far sì che anche le squadre in svantaggio cerchino di ottenere punti nonostante la sconfitta.

 

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.