(Mark Thompson/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 9 Ottobre 2016

Formula 1: Rosberg ha vinto il GP del Giappone

E la Mercedes ha matematicamente vinto il Mondiale costruttori, quando ancora mancano quattro Gran Premi

(Mark Thompson/Getty Images)

Aggiornamento al termine del Gran Premio di Formula 1: Nico Rosberg della Mercedes ha vinto il Gran Premio del Giappone, iniziato alle 7 del mattino. Rosberg è arrivato davanti a Max Verstappen della Red Bull e al suo compagno di scuderia Lewis Hamilton. Sebastian Vettel, della Ferrari, è arrivato quarto. Rosberg ha così aumentato il suo vantaggio in classifica: ora restano quattro Gran Premi prima della fine del Mondiale di Formula 1. Nella classifica del Mondiale Rosberg ha 33 punti di vantaggio su Hamilton. Grazie ai risultati di oggi di Hamilton e Rosberg la loro scuderia, la Mercedes, ha anche già vinto matematicamente la classifica del Mondiale costruttori. L’ordine d’arrivo completo è qui.

***

Il Gran Premio di Formula 1 del Giappone, è cominciato alle 7 del mattino, ora italiana. Il Gran Premio del Giappone è il 17esimo del Mondiale di Formula 1: domenica scorsa si è corso quello di Malesia (vinto da Daniel Ricciardo della Red Bull), e dopo oggi ne rimarranno atri quattro alla conclusione del Mondiale. Al momento in testa al Mondiale c’è Nico Rosberg: ha 288 punti, 23 in più del compagno di squadra Lewis Hamilton, che nell’ultimo Gran Premio si è dovuto ritirare quando era primo, per un problema al motore. Nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone il miglior tempo l’ha fatto Rosberg, che partirà quindi in pole position, davanti ad Hamilton. Kimi Raikkonen, finlandese della Ferrari, partirà invece dalla terza posizione.

Il circuito del Gran Premio del Giappone

Il circuito di Suzuka esiste dagli anni Sessanta, quando fu progettato dall’olandese John Hugenholz (che al tempo era il progettista chiamato per occuparsi della maggior parte dei circuiti nel mondo). Hugenholz – che era per gli anni Sessanta quello che il tedesco Hermann Tilke è per la Formula 1 dopo il 2000 – progettò il circuito su richiesta della Honda, che intendeva usarlo per i suoi test. Oltre al circuito fu costruito anche un grande parco divertimenti, motivo per cui c’è ancora oggi la grande e famosa ruota panoramica. Il circuito di Suzuka ospita la tappa giapponese del calendario di Formula 1 dal 1987 (ad eccezione degli anni 2007 e 2008). Tra le altre cose è famoso per un incidente tra il francese Alain Prost e il brasiliano Ayrton Senna, all’inizio del Gran Premio del 1990.

Il circuito di Suzuka è lungo 5.807 metri e i piloti dovranno farci 53 giri, per un totale di quasi 308 chilometri totali. Negli ultimi quattro anni il Gran Premio è stato vinto da Vettel nel 2012 e nel 2013 (quando ancora guidava una Red Bull) e da Hamilton (che già guidava una Mercedes) nel 2014 e nel 2015.

Una settimana fa in Malesia

Oltre a essere stato il Gran Premio che potrebbe aver deciso il Mondiale (Hamilton può ancora recuperare, ma è difficile) è stata una gara piuttosto movimentata. L’ha vinta Ricciardo, con circa due secondi di vantaggio sul compagno di squadra Max Verstappen. Rosberg è invece arrivato terzo. Hamilton si è ritirato al 41esimo giro, mentre era al primo posto con ottime possibilità di vittoria. L’unica Ferrari ad aver tagliato il traguardo è stata quella di Kimi Raikkonen, quarto, mentre Sebastian Vettel si è ritirato dopo un incidente avvenuto alla prima curva che ha coinvolto anche Rosberg e Verstappen.

Come vedere il Gran Premio del Giappone in tv o in streaming

Il Gran Premio del Giappone si potrà seguire in diretta sia su Rai 1 che su Sky Sport Formula 1, dalle 7 del mattino. La gara si potrà anche seguire in streaming sul sito della Rai e su Sky Go.