Arkadiusz Milik e Marek Hamsik dopo il secondo gol di Malik contro la Dinamo Kiev (SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 13 Settembre 2016

Il Napoli ha vinto 2-1 contro la Dinamo Kiev

Per il Napoli era la prima partita dei gironi di Champions League, che si è giocata a Kiev: Milik ha segnato una doppietta

Arkadiusz Milik e Marek Hamsik dopo il secondo gol di Malik contro la Dinamo Kiev (SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images)

Il Napoli ha battuto la Dinamo Kiev per 2 a 1 nella prima partita dei gironi di Champions League che si è giocata questa sera allo stadio Olimpico di Kiev, in Ucraina. Il primo gol della partita è stato segnato da Garmash della Dinamo Kiev, ma il Napoli ha pareggiato dieci minuti dopo con un gol di testa segnato da Milik. Lo stesso Milik ha raddoppiato – sempre di testa – nei minuti di recupero del primo tempo. La Dinamo Kiev ha finito la partita in dieci uomini, a causa dell’espulsione di Sydorchuk al 68esimo minuto.

Per il Napoli quella di stasera era una partita importante anche per valutare i molti nuovi giocatori acquistati quest’estate, alcuni dei quali con poca esperienza nelle competizioni europee; anche per Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, è stata la prima partita di Champions League in carriera. Il Napoli non giocava in Champions League dalla stagione 2013/2014, quando fu eliminato dalla fase a gironi nonostante avesse vinto quattro delle sei partite disputate.

Il girone e il calendario del Napoli
Napoli e Dinamo Kiev sono nel girone B di Champions League, insieme al Benfica (che l’anno scorso ha vinto il campionato portoghese ed è uscito ai quarti di Champions League) e al Beşiktaş, campione in carica di Turchia che l’anno scorso è però andato male in Europa, uscendo alla fase a gironi di Europa League. Nella passata stagione il Napoli è invece uscito ai sedicesimi di Europa League e la Dinamo Kiev, campione in carica del campionato ucraino, è uscita agli ottavi di finale di Champions League. La partita di questa sera Benfica-Beşiktaş è finita 1-1.

La favorita del girone è il Benfica (più forte e con più esperienza europea) e subito dietro ci sono Napoli (forte ma con una squadra nuova e giovane, e meno esperienza in Europa) e Dinamo Kiev. Il Napoli è l’unica squadra del girone a non aver vinto il suo campionato nazionale nella sua precedente stagione, ma è anche quella che gioca nel campionato di più alto livello. Alla fase a gironi di Champions League partecipano 32 squadre divise in 8 giorni da 4: le prime due di ogni girone vanno agli ottavi di finale; le terze finiscono in Europa League.

28 settembre: Napoli-Benfica
19 ottobre: Napoli-Beşiktaş
1 novembre: Beşiktaş-Napoli
23 novembre: Napoli Dinamo Kiev
6 dicembre: Benfica-Napoli

Com’è il Napoli di quest’anno

Molto bene. Durante l’estate ha venduto alla Juventus il fortissimo attaccante argentino Gonzalo Higuain, ma ha usato i tanti soldi ottenuti per comprare molti buoni giocatori: alcuni già forti, altri che lo potrebbero diventare nel giro di qualche mese o di un paio di stagioni. Il Napoli si è rinforzato soprattutto a centrocampo comprando il polacco Piotr Zielinski e il croato Marko Rog. In attacco al posto di Higuain è arrivato il polacco Arek Milik, che nelle sue prime tre partite in Serie A ha già segnato due gol. In Serie A il Napoli ha sette punti dopo tre giornate ed è con la Roma la squadra che ha segnato più gol: per ora l’assenza di Higuain non sembra essere un problema, anche perché gli esterni d’attacco José Callejón e Dries Mertens hanno segnato sei gol in due. Finora il Napoli ha però anche avuto qualche problema in difesa. C’è da vedere se riuscirà a trovare più equilibrio e, per quanto riguarda l’Europa, se riuscirà a fare a meno di Higuain: una squadra con tanti buoni giocatori, molti dei quali giovani, può andare bene in un lungo campionato; in Europa potrebbe essere un problema non avere uno come Higuain