Il capitano del Real Madrid Sergio Ramos con il trofeo della Champions League (JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 26 Agosto 2016

La Champions League cambia

Dal 2018 le prime quattro squadre delle quattro nazioni con il ranking UEFA più alto accederanno direttamente alla fase a gironi, e ci sono modifiche che riguardano anche l'Europa League

Il capitano del Real Madrid Sergio Ramos con il trofeo della Champions League (JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)

La UEFA ha comunicato oggi che a partire dal 2018 i format della Champions League e dell’Europa League saranno diversi. Le modifiche più importanti riguardano i metodi di accesso alla Champions League: le prime quattro squadre delle quattro nazioni con il ranking UEFA più alto accederanno direttamente alla fase a gironi, senza passare prima dai preliminari. Fino ad ora, i primi tre campionati europei (Spagna, Inghilterra e Germania) hanno tre posti garantiti ai gironi e uno ai playoff. L’Italia invece, che è quarta, ha due posti ai gironi e uno ai playoff.

Qui le altre modifiche approvate:

– La vincitrice della UEFA Europa League si qualificherà direttamente alla fase a gironi di UEFA Champions League (oggi può eventualmente partecipare agli spareggi).

– Le squadre saranno giudicate individualmente (viene a cadere la quota di rappresentanza nazionale per il coeffiente dei singoli club, a meno che il coefficiente sia inferiore al 20% del coefficiente della federazione).

– Per calcolare il coefficiente verranno considerati anche i successi nella storia della competizione (assegnati punti per i precedenti titoli europei con un sistema ponderato per la UEFA Champions League e la UEFA Europa League)

– La distribuzione finanziaria ai club sarà aumentata significativamente per entrambe le competizioni.

– Il nuovo sistema di distribuzione finanziaria, composto da quattro pilastri (quota di partenza, risultati nella competizione, coefficienti per singoli club e market pool), vedrà premiate maggiormente le prestazioni sportive, mentre diminuirà la quota relativa al market pool.

In questo momento nel ranking UEFA delle federazioni nazionali l’Italia è al quarto posto, con un notevole vantaggio su Francia, Russia e Portogallo. Con ogni probabilità quindi, le nazioni che dal 2018 avranno quattro posti ai gironi di Champions League saranno Spagna, Germania, Inghilterra e Italia.

ranking

La UEFA ha comunicato anche che tutti i dettagli dei metodi di accesso per entrambe le competizioni verranno finalizzati entro la fine dell’anno.