• Sport
  • lunedì 15 agosto 2016

Elia Viviani ha vinto la medaglia d’oro nell’omnium

È una specialità del ciclismo su pista composta da sei gare diverse: stasera si è corsa l'ultima, che Viviani ha vinto arrivando davanti a Cavendish

(David Ramos/Getty Images)

Il ciclista italiano Elia Viviani ha vinto la medaglia d’oro nell’omnium maschile alle Olimpiadi di Rio: Viviani è arrivato davanti al britannico Mark Cavendish e al danese Lasse Norman Hassen. L’omnium è una specialità del ciclismo su pista composta da sei gare diverse, che si disputano nell’arco di due giorni: nella classifica finale generale Viviani ha ottenuto 207 punti, Cavendish 194 e Hassen 192. Con la medaglia di Viviani ora l’Italia ha 8 ori, 9 argenti e 6 bronzi in queste Olimpiadi, ed è quinta nel medagliere (ha superato la Germania).

Lunedì sera dalle 22.20 si è disputata l’ultima gara dell’omnium maschile delle Olimpiadi di Rio, quella della corsa a punti. Prevede che i ciclisti facciano diverse decine di giri nella pista, con uno sprint ogni dieci giri: il vincitore di ogni sprint vince 5 punti, il secondo 3, il terzo 2 e il quarto 1 uno. Viviani era arrivato primo nella classifica generale che teneva conto delle altre cinque gare dell’omnium disputate ieri e oggi, che hanno tutte regole diverse e si chiamano scratch, inseguimento individuale, corsa a eliminazione, corsa a cronometro e giro lanciato. Stasera nella sesta e ultima prova ha fatto un’ottima gara, riuscendo a vincere alcuni sprint e a conquistare punti in diversi altri, sempre tenendo distanti i ciclisti dietro di lui in classifica generale. A un certo punto della gara Viviani è anche rimasto coinvolto in uno scontro ed è caduto, ma è riuscito a rientrare nella gara.

Viviani ha 27 anni ed è nato a Isola della Scala, vicino a Verona. Aveva già partecipato alla gara dell’omnium alle Olimpiadi di Londra del 2012, ma nonostante fosse stato nelle prime posizioni nelle prime gare, aveva concluso come sesto classificato. Ha vinto diversi titoli italiani ed europei nel ciclismo su pista, e ai Mondiali ha vinto due medaglie d’argento. Ha anche partecipato a diverse importanti gare di ciclismo su strada, tra cui il Tour de France, la Vuelta e il Giro d’Italia, senza però ottenere piazzamenti importanti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.