• Sport
  • giovedì 4 agosto 2016

I cinque nuovi sport olimpici dal 2020

Surf, skateboard, karate, arrampicata sportiva sono del tutto nuovi, e poi baseball e softball che ci riprovano

L'atleta Tony Hawk (USA) durante una gara di skateboard un Australia, febbraio 2016 (Hugh Peterswald/Icon Sportswire via AP Images)

Il Comitato Olimpico Internazionale ha deciso che alle Olimpiadi di Tokyo del 2020 saranno accolti cinque nuovi sport non presenti ai Giochi di quest’anno: surf, skateboard, karate, arrampicata sportiva e baseball-softball (che erano già stati uno sport olimpico separatamente, nel 1992 e nel 2008). I membri del CIO riuniti in assemblea a Rio de Janeiro hanno votato all’unanimità la sera di mercoledì 3 agosto: il presidente Thomas Bach ha spiegato che l’introduzione delle nuove discipline ha l’obiettivo di avvicinare alle Olimpiadi anche i più giovani.

Per ogni edizione delle Olimpiadi molte organizzazioni sportive si impegnano per fare entrare ai Giochi i loro sport, ma la procedura è lunga, costosa e difficile, e molti sport sono stati rifiutati in più occasioni. Rispetto alle Olimpiadi di Londra del 2012 ai Giochi di Rio che cominceranno ufficialmente domani, venerdì 5 agosto, ci sono due sport in più: il golf (con un inizio non molto promettente), che era stato uno sport olimpico solo a Parigi nel 1900 e a Saint Louis nel 1904, e il rugby a 7. A Rio ci saranno gare di 39 sport diversi, nell’edizione successiva di Tokyo gli sport presenti saranno 44, con 18 nuove gare in programma e 474 atleti in più.