( JEFF PACHOUD/AFP/Getty Images)
  • Italia
  • venerdì 22 luglio 2016

Lo sciopero dei treni: le cose da sapere

Dalle 21 di sabato alle 21 di domenica: riguarderà Trenitalia, Trenord e NTV (ma non le seguenti regioni: Veneto, Piemonte, Marche, Abruzzo e Umbria)

( JEFF PACHOUD/AFP/Getty Images)

Alle 21 di sabato 23 luglio inizia uno sciopero dei treni che durerà 24 ore, fino a domenica 21 luglio. Lo sciopero dei treni riguarderà i dipendenti di Trenitalia, Trenord e NTV (la società che gestisce i treni Italo) ma non coinvolgerà le seguenti regioni: Veneto, Piemonte, MarcheAbruzzo e Umbria. I sindacati Cat, Cub e Sgb hanno indetto lo sciopero del settore ferroviario per protestare tra le altre cose contro alcune condizioni inserite nel contratto nazionale di lavoro in fase di rinnovo. Trenitalia ha specificato sul suo sito che tutte le Frecce circoleranno regolarmente e che saranno garantiti i collegamenti con l’aeroporto di Roma Fiumicino, mentre i treni regionali potranno subire modifiche, ritardi o cancellazioni riportate in un elenco che si può trovare qui. Anche Italo ha pubblicato una lista dei treni che viaggeranno sicuramente. Per quanto riguarda invece i treni regionali Trenord, non ci sono servizi garantiti poiché lo sciopero si svolge in giornate festive. È stato invece annullato lo sciopero del trasporto aereo previsto per sabato 23 luglio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.