Perché lo scrittore James Patterson guadagna tanto

È al terzo posto della classifica di Forbes dei personaggi famosi più pagati nel 2016, anno in cui ha già pubblicato sei libri

Lo scrittore James Patterson, l'8 giugno 2016 (Theo Wargo/Getty Images)

Al terzo posto della classifica dei personaggi famosi più pagati nel 2016, realizzata come ogni anno dalla rivista Forbes, c’è lo scrittore americano James Patterson, che ha guadagnato 85 milioni di euro. Patterson è nato nel 1947, ha iniziato a lavorare come pubblicitario e ha pubblicato il suo primo thriller, The Thomas Berryman Numbernel 1976. Da allora ha pubblicato più di 150 libri, soprattutto thriller, ma anche qualche libri per ragazzi e cinque saggi.

Se si considerano solo quelli per adulti, Patterson ha pubblicato 100 romanzi, di cui alcuni episodi di una stessa serie; soltanto nel 2016 ne sono usciti quattro. I libri per ragazzi sono 49, di cui due pubblicati nel 2016. L’ultimo libro uscito in Italia, pubblicato da Longanesi a giugno, è Private L.A., pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti 2013. Nel 2014 una giornalista del Telegraph ha fatto un conto delle pagine scritte da Patterson fino a quel momento: erano 45.651.

Patterson in realtà non scrive direttamente tutti i suoi libri, ma assolda una squadra di scrittori per farlo al suo posto. Non è un segreto, sulle copertine dei libri è indicato anche il nome del co-autore che, di fatto, ne ha scritto la maggior parte. “James Patterson” non è soltanto un marchio: è comunque lui a decidere la trama di ogni romanzo pubblicato a suo nome, e segue da vicino la scrittura di ogni romanzo, rivedendo ogni parte dei libri con i collaboratori, che sono più di venti. Per loro collaborare con Patterson è un modo per farsi un nome come autori di thriller.

Nel 2010 il New York Times Magazine spiegò in un lungo articolo come vengono scritti i romanzi di Patterson. Solitamente Patterson scrive un dettagliato schema della trama, lungo anche 50 pagine, e lo consegna a uno dei suoi collaboratori: ogni capitolo viene poi letto e rivisto, a volte riscritto, da Patterson. Non è la Little Brown a pagare questi scrittori, ma lo stesso Patterson. Per i libri per ragazzi, i collaboratori non lavorano solo con Patterson ma anche con un editor specializzato nel genere, che rivede e corregge tutti i capitoli prima di passarli a Patterson. La scelta dei collaboratori non segue una regola precisa: ad esempio, la scrittrice svedese Liza Marklund è stata assunta per aiutare Patterson ad avere successo anche nei paesi scandinavi, dove i suoi libri erano poco letti; Michael Ledwidge invece aveva pubblicato qualche giallo a suo nome proprio grazie a Patterson, che gli aveva dato un parere su un suo manoscritto perché avevano frequentato la stessa università.

Questo metodo ha permesso a Patterson di superare nei guadagni tutti gli altri autori di bestseller contemporanei: secondo un’analisi del 2010 di Nielsen BookScan, una delle aziende che si occupano delle statistiche sulle vendite dei libri, anche mettendo insieme le vendite di John Grisham, Stephen King e Dan Brown non si raggiunge il numero complessivo di copie vendute da Patterson. Patterson è stato il primo autore a vendere più di un milione di ebook, nel 2010.

Finora i suoi romanzi hanno ispirato quattro film: a differenza di altri autori che guadagnano molto coi diritti cinematografici, le entrate di Patterson dipendono soprattutto dalle vendite dei libri. Dal 1976 al 2014 ha venduto più di 300 milioni di copie. Tra i pochi a poter reggere il confronto c’è Stephen King, che però ha avuto più tempo per accumularle: ha iniziato a pubblicare negli anni Settanta diventando subito famoso, mentre il primo successo importante di Patterson è Ricorda Maggie Rose – da cui è stato tratto il film Nella morsa del ragno, con Morgan Freeman – uscito nel 1993).

Ogni anno Forbes mette insieme anche la lista degli scrittori più pagati. Quella del 2016 non è ancora uscita, ma in quella del 2015 Patterson era al primo posto, seguito da John Green, autore di Colpa delle stelle, con 23 milioni di euro, e Veronica Roth, autrice della trilogia Divergent, con più di 20 milioni di euro. Sia Green che Roth scrivono libri del cosiddetto genere “Young Adult”, o “YA”, cioè quei libri per ragazzi tra i 14 e i 20 anni che variano dal fantasy e dalla fantascienza, ai romanzi rosa: è un genere che sta avendo molto successo commerciale negli ultimi anni, anche tra i lettori adulti, in parte grazie alla popolarità data a questi romanzi dagli adattamenti cinematografici. Patterson comunque ha battuto di molto i guadagni di questi autori, con 80 milioni di euro guadagnati tra il giugno del 2014 e il giugno del 2015.