I giocatori ucraini durante un allenamento (ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 21 Giugno 2016

Le partite di martedì degli Europei

Ci sono quattro partite, due alle 18 e due alle 21, e sette delle otto squadre che giocheranno hanno la possibilità di passare il turno

I giocatori ucraini durante un allenamento (ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP/Getty Images)

Inizierà stasera alle 18 la penultima giornata della fase a gironi degli Europei di calcio. Si giocheranno ben quattro partite, le ultime due del girone C alle 18 e quelle del girone D alle 21. Potenzialmente, sette delle otto squadre che giocheranno stasera hanno la possibilità di passare al turno (l’Ucraina è l’unica nazionale già eliminata): alcune come prime e seconde classificate, le altre come migliori terze. La partita più attesa pare Croazia-Spagna, perché disputata da due delle migliori squadre di questi Europei e perché da lì, molto probabilmente, uscirà l’avversaria dell’Italia agli ottavi di finale.

calendario-euro-12

Alle 18 allo stadio Velodrome di Marsiglia è in programma Ucraina-Polonia, una delle due partite di stasera per cui c’è un fondato rischio di scontri e disordini. Buona parte dei tifosi di Ucraina e Polonia sono rivali da molto tempo ed entrambe hanno delle numerose e spesso violente tifoserie, che nelle ultime settimane sono state coinvolte in alcuni scontri. La partita sarà significativa solo per la Polonia, che può ancora passare il turno da prima, da seconda o da terza. L’Ucraina è già eliminata ma probabilmente non si limiterà a scendere in campo. In contemporanea a Ucraina-Polonia, al Parco dei Principi si giocherà Irlanda del Nord-Germania. Nella classifica del gruppo C la Germania è prima con 4 punti mentre l’Irlanda del Nord ne ha 3 dopo la vittoria nell’ultima partita contro l’Ucraina, cosa che in pochi si sarebbero aspettati. La Germania resta di gran lunga favorita per la vittoria di stasera e per il passaggio del turno da prima classificata.

Alle 21 inizieranno le partite che concluderanno il girone D, che all’inizio degli Europei era considerato come uno dei più competitivi e da cui uscirà la sfidante dell’Italia agli ottavi di finale. Tutte e quattro le squadre hanno ancora la possibilità di passare anche se la Turchia, dopo le scarse prestazioni nelle prime due partite, è vicina a essere eliminata. La nazionale che l’Italia ha meno probabilità di incontrare è la Repubblica Ceca, una squadra modesta i cui giocatori sono tutti più o meno allo stesso livello, ma come si è visto nelle partite contro Spagna e Croazia può essere piuttosto rognosa da affrontare. Per arrivare seconda — e quindi giocare contro l’Italia agli ottavi — la Repubblica Ceca deve vincere contro la Turchia e sperare che la Spagna batta la Croazia. Ma nemmeno questo potrebbe bastare, allora si guarderebbe la differenza reti: se la situazione dovesse essere ancora di parità agli ottavi ci andrebbe la squadra che ha ricevuto meno cartellini nelle tre partite del girone.

La partita più attesa della giornata si disputerà a Bordeaux. La Spagna è la nazionale campione in carica ma partecipa agli Europei con una squadra ben diversa da quella con cui ha disputato i Mondiali del 2014 e gli Europei del 2012. Prima dell’inizio del torneo c’era un certo scetticismo tra giornalisti e tifosi spagnoli, poi però le due vittorie contro Repubblica Ceca e soprattutto contro la Turchia hanno mostrato che la squadra vale ancora molto. La Spagna potrebbe incontrare l’Italia solo se dovesse perdere contro la Croazia, che invece è una nazionale piena di talento ma a volte ha problemi di disciplina e concentrazione, e ha alcuni punti deboli in difesa. Al momento la Croazia è l’avversaria più probabile da incontrare per l’Italia: per mantenere il secondo posto può pareggiare o anche perdere, basta che la Repubblica Ceca non vinca contro la Turchia superando la differenza reti croata. Le misure di sicurezza dello stadio di Bordeaux saranno intensificate per la presenza dei tifosi croati, che nella partita contro la Repubblica Ceca avevano causato la sospensione della gara lanciando fumogeni in campo. Potrebbero verificarsi problemi anche oggi, se la partita dovesse mettersi male per la Croazia.

Dove si possono vedere le partite

L’unica partita trasmessa anche dalla Rai sarà Croazia-Spagna delle 21, che sarà visibile su Raiuno e su Rai 4 (con commento della Gialappa’s Band) e in streaming sul sito Rai.tv o tramite l’applicazione per smartphone e tablet della Rai. Sky invece le trasmetterà tutte e quattro sui canali Sky Sport 1, Sky Sport 2, Sky Calcio 3 e Sky Sport Mix o in streaming con SkyGo.