La sfilata della collezione cruise di Dior per la stagione primavera-estate 2017 al Palazzo Blenheim di Woodstock, vicino a Oxford, in Inghilterra, il 31 maggio 2016. (ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)
  • Moda
  • mercoledì 1 Giugno 2016

La terza sfilata di Dior a Palazzo Blenheim

Ha presentato l'ultima collezione nella residenza aristocratica in cui sfilò per la prima volta in Regno Unito nel 1954, e poi di nuovo nel 1958

La sfilata della collezione cruise di Dior per la stagione primavera-estate 2017 al Palazzo Blenheim di Woodstock, vicino a Oxford, in Inghilterra, il 31 maggio 2016. (ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)

Il 31 maggio 2016 Dior ha presentato la collezione cruise per la primavera-estate 2017 e la sfilata è stata organizzata a Palazzo Blenheim, nella campagna dell’Inghilterra centrale, vicino a Oxford. Palazzo Blenheim è una residenza aristocratica costruita nel XVIII secolo come dimora dei duchi di Marlborough (la famiglia di cui faceva parte Winston Churchill, che nacque nel palazzo), fa parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco e ha un significato importante nella storia di Dior, che vi organizzò la sua prima sfilata in Regno Unito nel 1954, e poi un’altra nel 1958, sotto la direzione creativa di Yves Saint Laurent.

La sfilata cruise del 2017

La collezione cruise 2017 è stata disegnata dagli stilisti svizzeri Serge Ruffieux e Lucie Meier, a capo della squadra di stilisti di Dior dopo le dimissioni del direttore creativo Raf Simons nell’ottobre 2015. I capi mescolavano insieme la moda francese e lo stile della campagna inglese: con giacche con ricamati sopra motivi floreali e scene equestri dell’Ottocento, bar jacket (le giacche strette in vita inventate da Dior) in tweed, abiti sagomati nello stile anni Cinquanta di Dior in tagli e tessuti sartoriali inglesi.

Gli invitati alla sfilata – tra cui la fashion blogger Chiara Ferragni e Kitty Spencer, nipote di Diana Spencer – sono arrivati al palazzo viaggiando su un treno allestito per l’occasione e partito da Victoria Station a Londra e sono passate circa quattro ore dalla partenza all’inizio della sfilata, durata sette minuti. La partenza degli ospiti, il trasferimento, la sfilata e la festa che è seguita sono stati trasmessi su Snapchat dall’account diorlive.

Our guests are about to embark on the Dior Express train to the @BlenheimPalace from Victoria Station in London. #DiorCruise   Una foto pubblicata da Dior Official (@dior) in data:

Dopo la sfilata gli ospiti hanno potuto osservare alcuni abiti presentati nel 1954 e nel 1958, insieme a fotografie scattate all’epoca in una sala appositamente allestita. In altri ambienti del palazzo è stata organizzata una festa: erano presenti uno chef giapponese, una cartomante e un artista che ha ritratto gli ospiti in silhouette di cartoncino.

La sfilata del 1954

Fu la prima organizzata da Christian Dior in Regno Unito, se si esclude una presentazione della collezione di alta moda riservata alla famiglia reale britannica e organizzata nel 1948 nell’ambasciata francese a Londra: fu molto apprezzata dalla Regina Madre e dalla principessa Margaret (1930-2002), sorella della regina Elisabetta II, che ordinò alcuni vestiti tra cui l’abito da sera che indossò per il suo 21esimo compleanno e che definì «il suo vestito preferito di sempre».

Nel 1954 la duchessa di Marlborough, Lady Rosemary Spencer-Churchill, andò a Parigi e invitò Dior a organizzare a palazzo Blenheim una sfilata di beneficenza per la Croce Rossa. E Dior, che si definiva un anglofilo (scrisse nella sua biografia: «adoro gli inglesi, vestiti non solo di tweed, che gli dona così tanto, ma anche di abiti floreali in colori delicati […] Mi piacciono le tradizioni inglesi, la cortesia inglese, l’architettura inglese, mi piace persino la cucina inglese!») accettò: 14 modelle sfilarono indossando i cento abiti che aveva trasportato con sé da Parigi all’Inghilterra. All’epoca i 1.600 ospiti pagarono circa 5 sterline per partecipare, raccogliendone un totale di novemila (equivalenti a 220mila sterline di oggi, oltre 280mila euro). Alcune infermiere della Croce Rossa parteciparono all’evento vestite in uniforme ai lati della passerella; la principessa Margaret era presente come ospite d’onore. Per l’occasione venne presentato il “Robe Blenheim”, il vestito Blenheim, un abito da sera in seta rosa che chiuse la sfilata sulla musica della Marsigliese.

La sfilata del 1958

Nel 1958, un anno dopo la morte di Christian Dior, nel palazzo venne organizzata una seconda sfilata, con abiti disegnati da Yves Saint Laurent, che a 22 anni era il nuovo direttore creativo di Dior.

St Laurent
Yves Saint Laurent circondato di modelle al suo arrivo a Victoria Station, a Londra, prima della sfilata di Christian Dior a Palazzo Blenheim, 11 novembre 1958 (Central Press/Getty Images)

Anche in questo caso fu un evento di beneficenza a favore della Croce Rossa: 16 modelle presentarono 136 abiti davanti a un pubblico di diplomatici stranieri – del Belgio, della Birmania, del Laos, del Lussemburgo e di Panama – e la principessa Margaret, a destra nell’immagine sotto.