(Alex Morton/Getty Images)
  • Mondo
  • domenica 15 Maggio 2016

La bomba che non lo era all’Old Trafford

La partita del Manchester United è stata rinviata dopo il ritrovamento di un pacco sospetto; poi si è scoperto che era una finta bomba dimenticata dopo un'esercitazione

(Alex Morton/Getty Images)

La partita di calcio dell’ultima giornata di Premier League tra Manchester United e Bournemouth, che si doveva giocare domenica 15 maggio alle 16 allo stadio Old Trafford, a Manchester, è stata rinviata dopo il ritrovamento di un pacco sospetto in un settore nella zona nord-ovest dello stadio. Il pacco è stato fatto esplodere circa due ore dopo l’evacuazione da una squadra di artificieri. La polizia ha detto che il dispositivo ritrovato era “estremamente realistico”, ma che non era funzionante: successivamente ha spiegato che era un prototipo usato durante un’esercitazione da una società privata e dimenticato nello stadio.

Il Guardian, citando una fonte che lavora all’interno dello stadio, ha scritto che il pacco sospetto è stato ritrovato in uno dei bagni dello stadio e consisteva in un telefono collegato a un oggetto cilindrico. L’informazione non è stata ancora confermata dalla polizia.

L’annuncio che chiedeva agli spettatori di lasciare due settori dello stadio è stato fatto intorno alle 15.30, mezz’ora prima della partita. Polizia e cani anti-esplosivo hanno perquisito la zona, mentre agli altri tifosi è stato chiesto di rimanere ai loro posti. Dopo circa mezz’ora è stato confermato il ritrovamento di un pacco sospetto.

Poco dopo le 16 la polizia ha deciso di rimandare la partita e sono cominciate le operazioni per fare uscire tutti i tifosi presenti allo stadio. Alle 16 sono cominciate tutte le partite (tranne una, giocata ieri) dell’ultima giornata di Premier League, il più importante campionato di calcio inglese, già vinta matematicamente dal Leicester City. Il Manchester United è al momento quinto, mentre il Bournemouth è 16esimo: ieri, con una vittoria, il Manchester United avrebbe potuto sperare di qualificarsi per la prossima Champions League, ma il pareggio del Manchester City lo ha reso impossibile.