TIZIANA FABI/AFP/Getty Images
  • Sport
  • venerdì 13 maggio 2016

A che punto sono gli Internazionali di tennis

Sono stati eliminati Federer e tutti gli italiani, da oggi cominciano i quarti di finale con diverse partite interessanti

TIZIANA FABI/AFP/Getty Images

Giovedì 12 maggio sono finite le partite del terzo turno degli Internazionali d’Italia, il più importante torneo di tennis italiano e tra i più importanti del mondo, dopo i quattro del Grande Slam. A questo punto del torneo sono già successe diverse cose interessanti: tutti i tennisti e le tenniste italiane sono state eliminati piuttosto nettamente tra il primo e il secondo turno, è stato eliminato lo svizzero Stan Wawrinka, vincitore dell’ultimo Roland Garros, e ieri c’è stata anche l’eliminazione di Roger Federer, forse il miglior tennista di sempre ma ormai arrivato agli ultimi anni della sua carriera. Gli altri giocatori più attesi del torneo – tra cui Novak Djokovic e Rafael Nadal, che hanno vinto le ultime 11 edizioni – hanno tutti passato il turno: oggi si giocheranno i quarti di finale, sabato le semifinali e domenica le due finali del torneo maschile e femminile.

L’eliminazione di Federer
Roger Federer, oggi numero due del ranking ATP, è stato eliminato dal 22enne austriaco Dominic Thiem in 2 set con il punteggio di 6(2)-7, 4-6. Thiem è un buon giocatore, attualmente numero 15 del mondo, ma per molti è stata una sorpresa che sia riuscito ad eliminare Federer, anche con una certa facilità. Federer, che compirà 35 anni il prossimo 8 agosto, aveva spiegato di non essere in forma e di non aspettarsi di poter vincere molte partite del torneo. Già dopo la partita del secondo turno vinta in due set contro il 19enne tedesco Alexander Zverev, Federer aveva detto che non si aspettava una vittoria e che fino a 15 minuti prima della partita era in dubbio se giocare o meno. Più in generale, in una delle rare volte da quando è diventato professionista nel 1998, Federer aveva lamentato una condizione fisica non ottimale e diversi problemi fisici che gli facevano temere di non poter partecipare al prossimo Roland Garros. Dopo l’eliminazione con Thiem, Federer ha detto di non aver ancora superato l’infortunio alla schiena che lo ha bloccato a partire dallo scorso gennaio – sul quale però non ha dato altre indicazioni – e che le partite degli Internazionali d’Italia gli servivano per capire in che condizioni era il suo corpo.

Nadal, Djokovic e Murray
I tre giocatori più attesi del torneo, oltre a Federer, erano il numero uno al mondo Novak Djokovic, il numero 3 al mondo (ma testa di serie numero 2 del torneo) Andy Murray e Rafael Nadal, che dopo un paio di anni a livelli più bassi del solito sembrava tornato competitivo negli ultimi mesi. Tutti e tre si sono qualificati per i quarti di finale.

Djokovic ha battuto in tre set il brasiliano Thomaz Bellucci in una partita solo apparentemente combattuta: dopo aver perso a il primo set 6-0, Djokovic ha dominato con grande tranquillità i successivi due; Nadal ha eliminato l’australiano Nick Kyrgios in tre set, mostrando un ottimo stato di forma e grande concentrazione; Murray ha vinto facilmente per 6-0, 6-4 contro il francese Jeremy Chardy, numero 33 al mondo. Djokovic e Nadal giocheranno uno contro l’altro nei quarti di finale – la partita si giocherà oggi non prima delle 14 sul campo centrale – mentre Murray giocherà contro il belga David Goffin, numero 13 al mondo ma che ha giocato molto bene fino a questo punto del torneo e al terzo turno ha eliminato in due set (6-0, 6-0) il numero 9 al mondo Tomas Berdych. Negli altri quarti di finale giocheranno Dominic Thiem contro il giapponese Kei Nishikori, numero 6 al mondo, e l’argentino Juan Monaco, numero 94 al mondo, contro il 22enne francese Lucas Puille, numero 52 del mondo.

E gli italiani?
Tutti i tennisti e le tenniste italiane che si erano qualificati per il tabellone principale del torneo, sono stati eliminati tra il primo e il secondo turno. Tra quelli più attesi, il numero 31 del mondo Fabio Fognini è stato eliminato al primo turno dal numero 37, lo spagnolo Guillermo Garcia Lopez, e il numero 42 al mondo Andreas Seppi è uscito al secondo turno contro il francese Richard Gasquet, numero 10 al mondo. Tra le donne, Francesca Schiavone è stata eliminata al primo turno dalla ceca Lucie Safarova, e Roberta Vinci, numero 8 del mondo, ha perso al secondo turno e piuttosto nettamente contro la britannica Johanna Konta, numero 22 al mondo.

Il torneo femminile
Nel torneo femminile Serena Williams si è qualificata per i quarti di finale vincendo facilmente le partite del secondo e del terzo turno: ora giocherà contro l’americana Christina McHale, numero 59 al mondo, che non dovrebbe darle particolari problemi. È stata invece eliminata la tennista numero due al mondo, la tedesca Angelique Kerber, che ha perso al secondo turno con la canadese Eugenie Bouchard, numero 46 al mondo, ed è uscita dal torneo anche la rumena Simona Halep, numero 5 al mondo. Si è qualificata ai quarti la numero 4 del mondo, la spagnola Garbine Muguruza, che giocherà contro la svizzera Timea Bacsinszky. Le altre due partite dei quarti di finale saranno tra la rumena Irina-Cameia Begu e la giapponese Misaki Doi e tra la statunitense Madison Keys e la ceca Barbora Strycova.

Come vedere il torneo in televisione
Tutte le partite del torneo femminile sono trasmesse da SuperTennis: “gratuitamente sul canale 64 del digitale terrestre, in HD sulla piattaforma satellitare SKY canale 224 e sul numero 30 di Tivùsat, oltre che in streaming su www.supertennis.tv attraverso l’applicazione ufficiale gratuita per iPhone e iPad”, come spiega il sito del torneo. Le partite del torneo maschile, invece, si possono vedere su Sky Sport 2 e Sky Sport 113 e in streaming su tablet e telefonino grazie al servizio Sky Go, solo per gli abbonati Sky. Almeno una semifinale del torneo e la finale di domenica, inoltre, sarà trasmessa in chiaro su Rai2.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.