ANSA/CLAUDIO PERI
  • Sport
  • mercoledì 27 aprile 2016

Castrogiovanni ha fatto un guaio un po’ da scemo

Il rugbista italiano ha preso un permesso dalla sua squadra per motivi di famiglia e poi è comparso nelle foto di una festa a Las Vegas

ANSA/CLAUDIO PERI

Martin Castrogiovanni, famoso giocatore della nazionale italiana di rugby, è stato sospeso dal Racing Metro 92, il club con cui gioca, per aver saltato la semifinale della Champions Cup (l’equivalente della Champions League per il rugby) di domenica scorsa dando come motivo un viaggio in Argentina per motivi familiari. Castrogiovanni in realtà si trovava a Las Vegas per festeggiare la vittoria del campionato e della coppa di lega francese con i giocatori del Paris Saint-Germain, fra cui Zlatan Ibrahimovic, David Luiz e Marco Verratti.

Una foto pubblicata da Zlatan Ibrahimovic fans (@zlatan_z10) in data:

Domenica scorsa il Racing Metro 92, squadra di Parigi e una delle più importanti e forti d’Europa, ha vinto la semifinale di Champions Cup contro i Leicester Tigers 19 a 16 al City Ground di Nottingham e ha ottenuto la qualificazione alla finale del torneo, in programma il 14 maggio. Castrogiovanni gioca a Parigi dalla scorsa estate e alcuni giorni fa aveva chiesto e ottenuto un permesso per tornare in Argentina e far visita a un parente malato, cosa che in realtà non ha fatto. Castrogiovanni non era stato convocato per la partita contro il Leicester ma avrebbe dovuto ugualmente seguire la squadra in Inghilterra. Dopo la sospensione, comunicata ieri, il Racing potrebbe anche decidere di avviare azioni legali contro Castrogiovanni:

“Dopo le pubblicazione di alcune fotografie che mostrano Martin Castrogiovanni con i giocatori del PSG in un hotel di Las Vegas, mentre l’intera squadra del Racing si trovava a Nottingham per partecipare alla semifinale di Champions Cup, il Racing 92 ha deciso di sospendere il giocatore come misura precauzionale prima di intraprendere azioni legali”.

I giocatori del Paris Saint-Germain, di cui Castrogiovanni è amico, si trovavano a Las Vegas per festeggiare il “double” ottenuto in questa stagione con la vittoria del campionato con otto giornate di anticipo e della Coppa di Lega, dopo aver battuto in finale il Lilla lo scorso 23 aprile.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.