La vita di Virginia Woolf illustrata

In un libro pieno di disegni delle strade dove passeggiava, di amici, familiari e amanti

Virginia Woolf, a sinistra, e la sorella Vanessa Bell, in un'illustrazione tratta da Virginia Woolf: An Illustrated Biography (Nina Cosford)

A marzo la casa editrice americana Chronicle Books ha pubblicato una biografia illustrata della scrittrice Virginia Woolf (1882-1941). Virginia Woolf: An Illustrated Biography fa parte della collana Library of Luminaries, che significa “Biblioteca dei luminari”; i testi sono stati scritti da Zena Alkayat e le illustrazioni sono state disegnate da Nina Cosford, che per la stessa collana hanno realizzato anche le biografie della scrittrice Jane Austen e della stilista Coco Chanel. In questo libro illustrazioni e testo si mescolano più che alternarsi, e mostrano sia gli aspetti più privati della vita di Woolf – come gli oggetti sulla sua scrivania, le passeggiate per Londra con il cane della sorella – sia quelli più noti (come l’appartenenza al Bloomsbury Group, e l’adesione al nascente movimento femminista). Non mancano inoltre i richiami ad alcune opere di Woolf, come Gita al faro e La signora Dalloway.

Tra i personaggi che popolano le illustrazioni ci sono il marito di Woolf, Leonard Woolf, la sorella Vanessa Bell e l’amante Vita Sackville-West, che fu la persona che ispirò il romanzo Orlando. Nel testo sono presenti alcune citazioni delle lettere e delle pagine di diario scritte da Virginia Woolf. Tra queste c’è una citazione tratta da ciò che Woolf annotò nell’ottobre del 1933:

«Non diventerò “famosa”, “grande”. Continuerò a cercare l’avventura, a cambiare, ad aprire la mente e gli occhi, a rifiutare di essere definita una volta per tutte e stereotipata»

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.