(Tomohiro Ohsumi/Getty Images)

Come se la cava iPhone SE

Le recensioni sono quasi tutte positive per velocità e durata della batteria, ma lo schermo piccolo, insomma...

(Tomohiro Ohsumi/Getty Images)

Il nuovo iPhone SE è in vendita in Italia da inizio aprile ed è lo smartphone più recente di Apple, benché riprenda design e dimensioni degli iPhone 5, messi in vendita per la prima volta nell’autunno del 2012. A parte lo schermo più piccolo, da 4 pollici, iPhone SE ha molte cose in comune con gli iPhone 6S per quanto riguarda la potenza, i sensori al suo interno e la fotocamera da 12 megapixel. Apple ha aggiornato il suo vecchio telefono per offrire un prodotto meno ingombrante, in modo da soddisfare le tante persone ancora affezionate al vecchio formato e poco interessate a passare a un iPhone più voluminoso. Il nuovo iPhone SE soddisfa questa necessità e ha ricevuto per lo più recensioni positive da parte dei più importanti giornali e siti di tecnologia.

Il Wall Street Journal scrive che il nuovo iPhone SE è la dimostrazione che “scegliere uno smartphone dovrebbe essere come scegliere un paio di scarpe”, e che quindi è bene che ci siano più opportunità di scelta per coniugare stile e funzionalità. L’articolo ammette comunque che iPhone SE “è una vittoria per l’ergonomia, ma Apple non prende nessun punto per originalità”, ricordando che esteticamente il telefono è “praticamente indistinguibile dagli iPhone 5S di tre anni fa”. In compenso, scrive sempre il WSJ, la batteria costituisce un importante passo avanti rispetto ai predecessori: assicura fino a 10 ore di intenso utilizzo, due in più rispetto agli iPhone 6S e iPhone 5S, e tre ore in più rispetto al concorrente Samsung Galaxy S7 presentato all’inizio di quest’anno.

Mike Isaac, che si occupa di tecnologia sul New York Times, dice che il nuovo iPhone SE “è più piccolo ed economico” rispetto agli altri modelli di iPhone prodotti da Apple: “La penso così: non curerà certo le malattie e non sorprende le masse per nuove tecnologie un po’ matte come il 3D-Touch o quant’altro, ma su tutto, piccolo ed economico sono due delle tre cose che negli ultimi anni ho voluto per un iPhone, la terza è una migliore durata della batteria”. Il prezzo di partenza degli iPhone SE è 509 euro ed è il più basso per un nuovo modello di iPhone mai presentato da Apple. Farahad Manjoo, altro giornalista di tecnologia del New York Times, fa notare che “è notevole che a quasi 10 anni dal primo iPhone, l’unico vero tipo di innovazione che vediamo ormai riguarda le dimensioni. […] Sembra che si sia arrivati al capolinea in termini di innovazione negli smartphone: ogni nuovo modello ci darà processori più veloci e forse un po’ di batteria in più, ma oltre questo, sembra che questi aggeggi abbiano raggiunto il loro limite naturale”.

iponese

Per il Guardian con iPhone SE “tutto ciò che era vecchio ora è tornato a essere nuovo”, ma del nuovo modello non piace lo schermo con contrasto e saturazione dei colori inferiori rispetto a quello più grande degli iPhone 6S: “Usare uno schermo da 4 pollici nel 2016 è un compromesso. I siti sembrano fitti fitti, le applicazioni spesso non mostrano bene tutto il loro contenuto e i tasti per le scelte possono diventare molto piccoli, rendendoli difficili da selezionare”. Il telefono è comunque molto veloce grazie al processore A9 e scatta fotografie molto buone grazie a “una delle migliori fotocamere disponibili oggi su uno smartphone”, anche se la concorrenza degli altri telefoni Samsung e Sony in questo campo si fa ormai sentire. Per il Guardian il nuovo iPhone SE “è uno dei migliori telefoni tra i pochi smartphone di piccole dimensioni ancora disponibili”, ma dovrebbe essere acquistato solo da chi vuole davvero uno schermo più piccolo e risparmiare qualche soldo, altrimenti la scelta migliore continua a essere l’iPhone 6S.

La pensa più o meno allo stesso modo David Pogue, uno dei più famosi giornalisti di tecnologia negli Stati Uniti, ma mette al primo posto tra i pregi la velocità del nuovo smartphone rispetto alla durata della batteria. Pogue di solito dedica molto spazio nelle sue recensioni alla resa delle fotocamere degli smartphone: quella dell’iPhone SE non lo ha entusiasmato più di tanto, perché nel complesso dà risultati simili a quelli che si ottengono con i modelli precedenti e non se la cava benissimo in scarse condizioni di luce. Lo ha invece colpito il sistema ideato da Apple per usare lo schermo dello smartphone come flash quando ci si scatta un selfie. In pratica il telefono rileva le condizioni di luce dell’ambiente e, se necessario, mostra per un istante una schermata bianca molto luminosa mentre si scatta una foto con la fotocamera frontale, in modo da illuminare più omogeneamente il viso, i risultati secondo Pogue sono molto buoni.

foto-flash-iphonese

Wired scrive che il nuovo iPhone SE è imbattibile per quanto riguarda la comodità di tenere in mano uno smartphone più piccolo e per la durata della batteria, così come per la velocità e la fotocamera che dà comunque buoni risultati. Tra i lati negativi c’è però il fatto di avere uno schermo piccolo in un mondo dove ormai gestori di siti e di applicazioni pensano più in grande, senza contare che mancano alcune interessanti innovazioni presentate da Apple sugli iPhone 6S, come il 3D-Touch per interagire più velocemente con le applicazioni. Nel complesso Wired dà quindi al nuovo iPhone SE un voto di 7/10.

Ars Technica ha fatto una delle recensioni tecniche più approfondite sul nuovo telefono di Apple concludendo che le sue prestazioni, per quanto riguarda la velocità di calcolo, sono tali e quali a quelle degli iPhone 6S e in alcuni casi il doppio rispetto a quelle degli iPhone 5S, che del resto utilizzano processori molto più datati. La durata della batteria del piccolo iPhone SE è comparabile con quella del grande iPhone 6S Plus e supera di gran lunga quella di iPhone 6S. Tra i difetti secondo Ars Technica ci sono lo schermo di qualità inferiore rispetto agli iPhone 6S, la mancanza del 3D Touch e di un sensore per le impronte digitali veloce quanto quello degli iPhone 6S e la memoria del modello base da 16 GB con cui non si va molto lontano.

iphonese-bench

Gizmodo scrive che iPhone SE è “il miglior smartphone da 4 pollici attualmente disponibili”, ma ha molti dubbi sul fatto che il suo successo possa durare a lungo, considerato che il prossimo settembre Apple svelerà il nuovo atteso iPhone 7. Nel complesso il sito di tecnologia è comunque piuttosto critico nei confronti di Apple accusata di “avere esaurito le idee”, “un tempo era molto meglio di così”. Per BuzzFeed il nuovo iPhone SE è un telefono più piccolo che “si è mangiato un iPhone 6S”, sta più comodamente nelle tasche dei jeans, è più veloce per quanto riguarda la navigazione su Internet e la sua batteria è un punto di forza, per chi cerca un dispositivo che ce la faccia comodamente fino a fine giornata.

The Verge sostiene invece che la frase “un iPhone 6S nel corpo di un iPhone 5S” per descrivere i nuovi iPhone SE è fuorviante, perché nel nuovo telefono mancano diverse cose presenti negli iPhone 6S come il 3D Touch, un sensore più rapido per le impronte digitali, una fotocamera frontale più definita, il barometro e naturalmente uno schermo più colorato e luminoso. In compenso iPhone SE costa di meno e offre comunque un balzo in avanti notevole per chi ancora possiede un iPhone 5S. Il voto finale per The Verge è di 8,7 su 10, tra i difetti anche in questo caso i 16 GB di memoria di partenza per il modello più economico.

Vale la pena comprarlo?
Nel complesso tutte le recensioni concordano sulla buona qualità del nuovo telefono, a partire dalla sua velocità e dalla durata della batteria senza precedenti nella storia degli iPhone. Le conclusioni sono più o meno le stesse per tutti: chi è ancora affezionato a smartphone di piccole dimensioni dovrebbe sicuramente prendere in considerazione il nuovo iPhone SE, sia per il prezzo sia per ciò che offre, mentre per chi ha superato il complesso dello schermo più grande è meglio orientarsi verso gli iPhone 6S o modelli simili di altri produttori: spenderà di più, ma otterrà anche qualcosa di più.