• Mondo
  • giovedì 24 marzo 2016

Cosa è successo agli aerei in volo dopo le bombe di Bruxelles, in una GIF

Mostra le improvvise deviazioni di decine di voli diretti a Bruxelles nei minuti successivi agli attentati

Il Washington Post ha realizzato una GIF che simula il traffico aereo su Bruxelles nei minuti precedenti e successivi agli attentati di martedì 22 marzo. La GIF è stata realizzata con i dati di Plane Finder, un sito che permette di seguire le rotte degli aerei commerciali in tempo reale. Nella GIF, è possibile vedere come dopo le otto di mattina – grosso modo l’orario in cui sono esplose le due bombe all’aeroporto – tutti gli aerei diretti a Bruxelles sono stati dirottati verso altri aeroporti, mentre già verso le nove il traffico aereo sulla regione di Bruxelles era praticamente fermo. In tutto secondo il Washington Post sono stati dirottati verso altri aeroporti circa 50 voli, mentre 500 sono stati cancellati oppure effettuati ma con una destinazione diversa.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.