La nuova Audi Q2 al Salone dell'automobile di Ginevra 2016. (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)
  • Auto
  • mercoledì 2 Marzo 2016

Com’è fatta la nuova Audi Q2

È stata presentata al Salone di Ginevra, arriverà in autunno: è un SUV compatto con una forma squadrata e tecnologie di bordo molto avanzate

La nuova Audi Q2 al Salone dell'automobile di Ginevra 2016. (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

Al Salone dell’automobile di Ginevra 2016 (aperto al pubblico dal 3 al 13 marzo) la casa automobilistica tedesca Audi – parte del gruppo Volkswagen – ha presentato la Audi Q2, un nuovo SUV compatto che con i suoi 4,19 metri di lunghezza è il modello più piccolo della gamma SUV del marchio. La Audi Q2 potrà essere ordinata in Europa a partire dalla metà di quest’anno – i prezzi non sono ancora stati comunicati – mentre l’arrivo nelle concessionarie e le prime consegne cominceranno in autunno. Secondo il magazine specializzato Automotive News Europe la Q2 non sarà venduta negli Stati Uniti perché è un’auto troppo piccola per le abitudini e le necessità della maggior parte dei consumatori americani.

Il frontale della Q2 è caratterizzato da una grande griglia anteriore comune a tutte le Audi recenti e da ampie prese d’aria, mentre il design della sua carrozzeria è più spigoloso rispetto al resto della gamma. “Per Audi Q2 abbiamo sviluppato un linguaggio delle forme marcatamente geometriche, con caratteristiche di design specifiche”, ha spiegato il responsabile del design Audi Marc Lichte. La Audi Q2 ha cinque porte e il suo bagagliaio ha un volume di 405 litri, un po’ più grande di quello di una Volkswagen Golf.

Alla conferenza stampa di presentazione a Ginevra, il CEO Audi Rupert Stadler ha detto che la Q2 è stata sviluppata per i clienti più giovani, per questo le tecnologie a bordo offrono una connettività molto avanzata. Di serie la Q2 è dotata di uno schermo sulla plancia che si controlla tramite una rotella e due pulsanti posti sul tunnel centrale, mentre con il sistema MMI plus disponibile in opzione, alla dotazione si aggiungono un touchpad e un hotspot WLAN. Quest’ultimo, grazie a una SIM telefonica inclusa con traffico dati “flat”, permette la navigazione su internet, lo streaming tramite smartphone e l’accesso ai servizi online Audi connect anche all’estero tramite roaming.

Altri accessori disponibili sulla Q2 sono l’Audi virtual cockpit, che sostituisce al quadro degli strumenti davanti al guidatore uno schermo digitale, e l’head-up display, che proietta sul parabrezza alcune informazioni come velocità e indicazioni del navigatore in maniera simile a quella degli aerei da caccia militari. I dispositivi di sicurezza e assistenza alla guida includono di serie l’Audi pre sense front, che è in grado di riconoscere la presenza di altre auto o pedoni in situazioni critiche di traffico e di attivare di conseguenza una frenata di emergenza. Questo sistema include anche il “cruise control adattivo”, che adegua la velocità della Q2 a quella dell’auto che precede e altre funzioni che permettono alla Q2 di avanzare autonomamente in caso di coda o di evitare cambi di corsia pericolosi.

Al lancio in autunno la Audi Q2 sarà disponibile con sei motori, tre benzina e tre diesel, con potenze che vanno da 116 CV a 190 CV. Su tutti i motori di serie sarà offerto il cambio manuale a sei marce, mentre in opzione sarà possibile avere un cambio automatico a doppia frizione. La trazione sarà anteriore su alcuni motori e integrale su altri, mentre tutte le varianti della Q2 monteranno il servosterzo progressivo, che riduce la rotazione del volante necessaria per affrontare curve strette e tornanti.