• Mondo
  • venerdì 5 febbraio 2016

Le foto dell’enorme centrale a energia solare di Ouarzazate, in Marocco

La prima sezione è stata inaugurata ieri: quando sarà completata, sarà grande quanto l'intera capitale del Marocco

(AP Photo/Abdeljalil Bounhar)

Giovedì 4 febbraio è stata inaugurata in provincia di Ouarzazate, nel centro del Marocco, la prima sezione di quella che diventerà la più grande centrale al mondo di energia solare. Del progetto – che è stato finanziato con circa 8 miliardi di euro in totale, di cui 800 milioni solo per la prima sezionesi parla già da alcuni anni, e per ora si stima che verrà interamente completato entro il 2020. A progetto finito, la centrale occuperà più o meno la stessa superficie di Rabat, la capitale del Marocco.

Per adesso si è conclusa “solamente” la prima fase del progetto, chiamata Noor 1 (in arabo “noor” significa “luce”), che secondo il Guardian è già in grado di fornire elettricità a circa 650mila abitanti del Marocco dall’alba fino a tre ore dopo il tramonto. A progetto concluso, l’intera centrale dovrebbe fornire elettricità a circa 1,1 milioni di persone. Il Marocco, che fra le altre cose ospiterà la prossima conferenza sul clima fra il 7 e il 18 novembre 2016, si sta impegnando molto per la diffusione delle energie rinnovabili, anche perché per il momento è costretto a importare circa il 97 per cento del proprio fabbisogno energetico: il governo marocchino stima che entro il 2020 produrrà circa il 42 per cento della sua energia grazie a fonti rinnovabili.