• Media
  • lunedì 14 dicembre 2015

Le più belle copertine del 2015

Le ha scelte come ogni anno il sito Coverjunkie: c'è anche una copertina di una rivista italiana che probabilmente non conoscete

Come ogni anno Jaap Biemans, il curatore del sito Coverjunkie – che raccoglie e commenta le copertine di giornali e riviste da tutto il mondo – ha scelto quelle che secondo lui sono le migliori copertine del 2015. In tutto sono 44 e sono soprattutto di riviste statunitensi e tedesche: ce ne sono molte del New York Time Magazine, del New York Magazine e di Time Out, nelle sue edizioni di Londra e di New York. Ci sono poi due copertine dedicate agli attentati del 13 novembre a Parigi, quella della rivista francese Elle e quella di M, l’inserto di Le Monde, e alcune copertine di cui si è già molto parlato durante l’anno: quella di Vanity Fair con Caitlyn Jenner e quella di ESPN con gli atleti nudi.

Tra le copertine più strane c’è quella di Donald Duck, rivista per bambini dei Paesi Bassi, pensata per invitare i lettori a usare di più i maglioni e abbassare il riscaldamento. C’è anche una copertina di una rivista italiana, tra quelle scelte da Coverjunkie: è quella del numero di maggio di Jesus, un mensile di cultura e attualità religiosa, dedicata a Expo 2015. Come ogni anno Biemans ha anche invitato i lettori a votare la migliore copertina tra le 44 della lista: lo si può fare fino al 31 dicembre.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.