(AP Photo/Rahmat Gul)
  • postit
  • Questo articolo ha più di sei anni

Sei persone, di cui due di nazionalità spagnola, sono morte in un attacco dei talebani vicino all’ambasciata della Spagna a Kabul, in Afghanistan

(AP Photo/Rahmat Gul)

Quattro poliziotti afgani e due spagnoli sono morti in un attacco vicino all’ambasciata spagnola nel quartiere diplomatico di Kabul, la capitale dell’Afghanistan, tra la sera di venerdì 11 dicembre e la mattina di sabato 12 dicembre. Il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy ha negato che l’obiettivo dell’attacco fosse l’ambasciata: i talebani hanno rivendicato l’attacco, e hanno detto che l’obiettivo era un albergo straniero all’interno del distretto delle ambasciate, dove vivono molti diplomatici stranieri. L’attacco è cominciato con l’esplosione di un’autobomba, a cui sono seguite altre esplosioni e sparatorie. Negli scontri sono rimasti uccisi anche quattro attentatori. L’attacco al quartiere diplomatico segue quello di martedì all’aeroporto di Kandahar, in cui sono morte almeno 50 persone.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.