Gli articoli su cui i lettori del New York Times hanno passato più tempo nel 2015

Una classifica fatta dal giornale americano secondo un criterio inusuale e interessante: ci sono diverse cose di cui si è sentito molto parlare e altre che magari vi eravate persi

Il New York Times ha pubblicato la lista degli articoli su cui i suoi lettori hanno trascorso più tempo nel corso del 2015, scegliendo quindi un criterio diverso rispetto a quello classico del numero di visite o delle condivisioni sui social network e che, forse, rispecchia più il valore dell’articolo piuttosto che la sua capacità di diventare virale. Al primo posto c’è l’articolo, poi molto discusso in tutto il mondo, su un esperimento per creare in un contesto da laboratorio le condizioni per costruire una relazione profonda tra due persone, rispondendo a 36 domande in 45 minuti. Tra gli articoli cui i lettori hanno dedicato più tempo ci sono quello in cui il neurologo Oliver Sacks annunciò di avere un tumore incurabile, l’incidente aereo di Germanwings sulle Alpi francesi e una serie di intenti e consigli per diventare persone migliori. Tutti gli articoli sono in inglese.

1. “Big Wedding or Small?
Alla fine degli anni Novanta lo psicologo Arthur Aron con un gruppo di colleghi provò a scoprire se fosse possibile creare un contesto artificiale in cui due sconosciuti potessero legare tra loro e costruire un’amicizia profonda, o addirittura un rapporto romantico, in meno di un’ora, rispondendo a 36 domande.

2. “How One Stupid Tweet Blew Up Justine Sacco’s Life
La storia di Justine Sacco, che circa un anno fa ha perso il lavoro e molte altre cose per un tweet scritto senza pensare e che poi è diventato virale.

3. “Inside Amazon: Wrestling Big Ideas in a Bruising Workplace
Una lunga inchiesta – basata su più di 100 testimonianze – sul fatto che la divisione amministrativa di Amazon è un posto di lavoro sgradevole e brutalmente competitivo. L’articolo ha portato a un grande dibattito e a una risposta di Amazon che ha respinto le accuse.

4. “To Fall in Love With Anyone, Do This
Il racconto di Mandy Len Catron, che ha provato le 36 domande per innamorarsi (vedi punto 1) scoprendo molte cose su di sé e su come funzionano i sentimenti.

5. “The Mixed-Up Brothers of Bogotá
Per errore due coppie di gemelli identici furono separate alla nascita: ogni gemello fu cresciuto con un gemello dell’altra coppia, fino a quando fu scoperto lo scambio molti anni dopo.

6. “South Carolina Officer Is Charged With Murder of Walter Scott
Un agente di polizia statunitense è stato accusato di omicidio a North Charleston, South Carolina, dopo la pubblicazione online di un video che lo mostra sparare alla schiena e uccidere un uomo apparentemente disarmato e in fuga. L’agente è bianco, l’uomo ucciso era nero: l’ennesima storia di abusi e violenze sproporzionate della polizia di cui si parla negli Stati Uniti da mesi.

7. “The Moral Bucket List
Una lista di cose da seguire e ricordare per diventare persone migliori, meno banali e scontate rispetto ai classici libri sulla costruzione del sé.

8. “The Lonely Death of George Bell
Ogni anno a New York muoiono 50mila persone, molte da sole e senza che nessuno se ne accorga, come nel caso di George Bell. L’articolo racconta come è stato trovato, le indagini della polizia sulla sua storia e la burocrazia che sta intorno a chi muore da solo.

9. “52 Places to Go in 2015
Una lista dei 52 posti da visitare nel corso del 2015 per le loro attrattive o per particolari eventi organizzati quest’anno. Al primo posto c’era Milano per Expo 2015, e non solo.

10. “My Own Life
Oliver Sacks annunciò con questo articolo di avere un tumore in fase terminale. Neurologo molto conosciuto e apprezzatissimo divulgatore, Sacks è morto il 30 agosto di quest’anno.

11. “Germanwings Pilot Was Locked Out of Cockpit Before Crash in France
La ricostruzione degli ultimi minuti del volo Germanwings precipitato nelle Alpi francesi, a causa del copilota che si chiuse da solo nella cabina di pilotaggio facendo schiantare l’aereo.

12. “SEAL Team 6: A Secret History of Quiet Killings and Blurred Lines
L’inchiesta molto apprezzata sull’unità d’élite della Marina statunitense, conosciuta per avere ucciso Osama bin Laden e di cui non si sa praticamente altro.

13. “The Last Day of Her Life
Dopo che le fu diagnosticato l’Alzheimer, Sandy Bem decise di uccidersi, prima che la malattia le rubasse tutti i suoi ricordi.

14. “ISIS Enshrines a Theology of Rape
Racconta la metodica pianificazione della schiavitù sessuale delle donne yazide da parte dello Stato Islamico nei territori occupati in Siria e Iraq.

15. “Inside America’s Toughest Federal Prison
L’ADX Florence in Colorado è considerato il carcere più sicuro degli Stati Uniti. Ci vanno a finire i detenuti considerati più pericolosi, tra terroristi e spie: tutti in isolamento 23 ore al giorno.

16. “The Price of Nice Nails
Chi lavora nei saloni per la manicure negli Stati Uniti è spesso sottopagato, sfruttato e subisce abusi di vario tipo, comprese discriminazioni razziali.

17. “Paris Attacks Kill More Than 100, Police Say; Border Controls Tightened
La cronaca delle prime ore dopo gli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi, dove sono state uccise 130 persone da un gruppo di terroristi islamici.

18. “ISIS Women and Enforcers in Syria Recount Collaboration, Anguish and Escape
Il racconto di come si vive sotto lo Stato Islamico di tre donne che facevano parte dell’organizzazione del gruppo estremista e che lo hanno lasciato, scappando in Turchia.

19. “A Company Copes With Backlash Against the Raise That Roared
La decisione di un’azienda di Seattle di portare il salario minimo dei suoi dipendenti a 70mila dollari ha fatto molto discutere negli Stati Uniti, portando nuovi argomenti al dibattito sulle diseguaglianze nei salari dei lavoratori nel paese.

20. “Supreme Court Ruling Makes Same-Sex Marriage a Right Nationwide
Dopo anni di battaglie legali, decisioni assunte dai singoli stati e contese in tribunale, il 26 giugno la Corte Suprema ha sancito la legittimità dei matrimoni gay in tutti gli Stati Uniti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.