Una scena del film "The Martian" diretto da Ridley Scott.
  • Libri
  • Questo articolo ha più di sette anni

Quanto incide sulle vendite di un libro l’uscita di un film tratto dal libro?

Lo ha calcolato Forbes guardando le vendite di cinque romanzi prima e dopo l'uscita della trasposizione cinematografica

Una scena del film "The Martian" diretto da Ridley Scott.

Forbes, autorevole rivista americana di finanza ed economia, ha calcolato quanto l’uscita al cinema di cinque film ha influenzato le vendite dei libri da cui sono stati tratti. In generale il risultato è un aumento delle copie vendute, anche se in diversa misura e per diverso tempo. Forbes ha raccolto i dati delle vendite dei libri negli Stati Uniti nei tre mesi precedenti e nei tre mesi successivi all’uscita dei film; i dati sono stati forniti da Nielsen BookScan, una delle più importanti società di monitoraggio del mercato editoriale.

I libri e i film presi in considerazione sono: L’uomo di Marte di Andy Weir, da cui è stato tratto Sopravvissuto – The Martian diretto da Ridley Scott; Città di carta, il dramma adolescenziale di John Green che ha ispirato l’omonimo film con protagonisti Cara Delevingne e Nat Scott; il bestseller Cinquanta sfumature di grigio della scrittrice inglese E. L. James, portato al cinema da Sam Taylor-Johnson; Maze Runner – la fuga scritto nel 2010 da James Dashner, e l’omonimo film  diretto da Wes Ball; e Insurgent scritto nel 2012 da Veronica Roth con il relativo film diretto da Robert Schwentke.

L’unico libro che non ha beneficiato dell’uscita del film è Insurgent: il numero di copie vendute è continuato a scendere anche dopo l’uscita del film. Maze Runner – La fuga ha registrato un lieve miglioramento, qualche centinaio di copie in più, nella settimana in cui è uscito il film.

Il risultato più notevole è quello di Cinquanta sfumature di grigio, che ha aumentato le copie vendute del 738 per cento nella settimana in cui è uscito il film rispetto ai tre mesi prima. Dopo un picco di 57mila copie vendute, le vendite sono scese progressivamente.

Città di carta di John Green è quello che ha venduto di più in termini assoluti nel periodo in cui il film era al cinema: ha superato le 70mila copie nella settimana della prima, soprattutto grazie all’attenzione mediatica creata da Cara Delevingne, la modella che ha recitato da protagonista. Le vendite sono calate nel periodo successivo, rimanendo comunque su cifre molto alte: 51.700 copie nella settimana successiva all’uscita.

L’uomo di Marte di Andy Weir ha aumentato notevolmente le vendite la settimana in cui è uscito il film al cinema, quando ha venduto 62mila copie. Successivamente è rimasto nella classifica dei libri più venduti del New York Times per tre settimane.