• Cultura
  • giovedì 19 Novembre 2015

Le due versioni del “Libro delle parole” di Richard Scarry

Nel 1980 il grande disegnatore per bambini modificò testi e disegni di un suo libro scritto vent'anni prima perché fosse meno discriminatorio

Il libro delle parole (il cui titolo originale è Best Word Book Ever) è un libro per bambini del famoso scrittore e illustratore americano Richard Scarry, pubblicato negli Stati Uniti nel 1963 e in Italia nel 1980. Il libro, che è stato uno dei bestseller di Scarry, insegna ai bambini le parole dei grandi attraverso più di 1400 illustrazioni, che hanno per protagonisti animali che vivono e si comportano come gli uomini. Nell’edizione del 1963 i personaggi maschili e femminili erano rappresentati in maniera stereotipata: i primi facevano i poliziotti o i piloti di aerei, i secondi cucinavano e lavoravano come insegnanti o hostess.

Nel 1980 Scarry decise di fare una nuova edizione del libro meno stereotipata e discriminatoria: aggiunse molti personaggi femminili impegnati in lavori considerati tradizionalmente maschili e viceversa, tolse un po’ di aggettivi superflui – come «carina» per descrivere una hostess, o «bellissimo» per un pilota di aerei –, introdusse nuove festività religiose oltre al Natale – come la Hanukkah ebraica –, disegnò padri che preparavano la colazione ai figli e bambine che si divertivano a rincorrere gli amici maschi. Alan Taylor, redattore della rivista americana Atlantic, ha pubblicato su Flickr alcune pagine che mettono a confronto le due diverse edizioni.

Richard Scarry ha scritto e illustrato più di 300 libri che hanno venduto 300 milioni di copie in tutto il mondo. In Italia i suoi libri sono stati pubblicati da Mondadori, che gli ha anche dedicato la collana Libri di Scarry.