• Cultura
  • mercoledì 30 aprile 2014

Tutti i personaggi di Richard Scarry

Il grande disegnatore americano per bambini morì vent'anni fa: un album dei suoi animali umani, da Zigo Zago a Gorilla Banana

Il 30 aprile 1994, esattamente vent’anni fa, morì Richard Scarry, uno dei più noti autori e illustratori di libri per bambini al mondo. Scarry, statunitense originario del Massachusetts, è conosciuto soprattutto per avere ideato e illustrato una serie di personaggi molto buffi e particolari: gli animali antropomorfizzati, che guidano automobili (e fanno un sacco di incidenti), lavorano e indossano i vestiti come se fossero degli uomini. La sua serie più nota ha come protagonisti gli abitanti della città di Sgobbonia (nella versione originale in inglese Busytown), su cui a metà degli anni Novanta il gruppo Cinar – oggi Cookie Jar Entertainment – ha prodotto la serie di cartoni animati “Il fantastico mondo di Richard Scarry”, con il verme Zigo Zago, il Gatto Sandrino, il maiale Sansovino e l’ippopotama Hilda Hippo, tra gli altri.

Richard Scarry nacque a Boston il 5 giugno 1919. I suoi genitori gestivano un negozio che andava piuttosto bene, grazie al quale la famiglia riuscì a superare il periodo della Grande Depressione negli anni Trenta senza particolari difficoltà economiche. Dopo essersi dedicato per breve tempo a studi economici, Scarry cominciò a frequentare nel 1939 la scuola artistica del Museo delle Belle Arti di Boston, che abbandonò solo quando fu richiamato ad arruolarsi nell’esercito statunitense durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu mandato in Nord Africa, dove fu integrato nella sezione delle Forze Alleate che si occupava delle “Morale Operations”, quelle relative cioè alla guerra psicologica e alla propaganda. Alla fine della guerra Scarry lavorò per diverse riviste, prima di pubblicare nel 1949 diverse cose con la collana di libri Little Golden Books, grazie alle quali cominciò a essere conosciuto.

Negli anni successivi i libri per bambini di Scarry (pubblicati tuttora in Italia da Mondadori) diventarono popolari in tutto il mondo: ne furono vendute oltre 100 milioni di copie, e furono tradotti in decine di paesi, tra cui l’Italia. I suoi lavori vennero ripresi per produrre delle serie di cartoni animati (anche prima della più nota Sgobbonia), e tra il 1976 e il 1978 per produrre una serie di giocattoli chiamata Richard Scarry’s Puzzletown. Nelle sue illustrazioni, oltre alle specie animali più comuni rivisitate con alcune caratteristiche umane, si potevano trovare anche disegni molto precisi di meccanismi complessi, come le manovre di una barca a vela o di un aereo da combattimento.

Scarry morì a 74 anni a Gstaad, in Svizzera, paese dove viveva dal 1968. I suoi lavori e i suoi disegni si trovano negli archivi dell’Università del Connecticut. Suo figlio ha proseguito in parte l’attività del padre: disegna con lo pseudonimo di Huck Scarry: Huck era il nomignolo di Huckle Cat, uno dei personaggi ricorrenti della serie Sgobbonia.

Mostra commenti ( )