La campagna pubblicitaria natalizia di Burberry (Mario Testino/Burberry)
  • Moda
  • mercoledì 4 Novembre 2015

Le novità di Burberry

Avrà un'unica linea di abbigliamento anziché tre e una nuova fabbrica in Inghilterra; e poi c'è la campagna pubblicitaria per Natale ispirata a Billy Elliot

La campagna pubblicitaria natalizia di Burberry (Mario Testino/Burberry)

Christopher Bailey, amministratore delegato e direttore creativo di Burberry, ha annunciato che entro la fine del 2016 la casa di moda unirà le sue attuali tre linee di abbigliamento sotto un’unica etichetta; inoltre aprirà una nuova fabbrica a Leeds, in Inghilterra. Le novità sono state comunicate in occasione del lancio della nuova campagna pubblicitaria dell’azienda per il periodo natalizio.

Al momento le collezioni di Burberry sono Burberry Prorsum, Burberry London e Brit. Prorsum è la linea dedicata all’abbigliamento ready-to-wear, che viene presentato alle varie sfilate della settimana della moda; London è quella coi trench (i celebri impermeabili, uno dei capi più famosi dell’azienda inglese) e gli accessori, e Brit quella coi vestiti più casual. Bailey ha detto che la nuova linea sarà chiamata Burberry e avrà comunque diverse gamme di prezzi. Bailey ha spiegato che la decisione è dettata dalla necessità di semplificare e facilitare la vendita nei negozi della catena piuttosto che tramite terzi; il nuovo approccio «sarà più semplice e intuitivo per i nostri clienti, e più efficiente per l’azienda».

Bailey ha anche fornito qualche dettaglio sulla nuova fabbrica a Leeds: i lavori inizieranno l’anno prossimo e termineranno nel 2018, per un costo iniziale di 50 milioni di sterline (circa 70,5 milioni di euro). La nuova struttura sarà destinata alla produzione di trench e – scrive il Guardian – darà lavoro a circa duecento persone, che si aggiungeranno alle 800 che già lavorano negli stabilimenti di Keighley e Castleford, nello Yorkshire, dove al momento vengono prodotti rispettivamente (e separatamente) i tessuti e gli impermeabili. Le due filiere verranno unite nella nuova sede, una mossa che potrebbe triplicare la fornitura di trench di Burberry, che ora si aggira intorno ai 5 mila capi a settimana.

Queste novità sono state annunciate durante la presentazione della nuova campagna pubblicitaria natalizia, dedicata al quindicesimo compleanno del celebre film britannico Billy Elliot, uscito appunto nel 2000. Il video dello spot – realizzato insieme alle fotografie da Mario Testino – ci sono diversi personaggi famosi, tutti inglesi: Romeo Beckham (il figlio del calciatore David Beckham e della ex-Spice girl Victoria Beckham, per la seconda volta testimonial di Burberry), i cantanti Elton John, James Bay, George Ezra; gli attori James Corden, Julie Walters, Michelle Dockery; e le modelle Naomi Campbell e Rosie Huntington-Whiteley. Nel video sono tutti ripresi mentre saltano (Elton John è quello che fa le facce più buffe), con sottofondo la canzone Cosmic Dancer di T-Rex, una delle più famose della colonna sonora del film.

Alcune delle foto della campagna pubblicitaria:

Bloomberg attribuisce queste scelte anche alla necessità di rispondere alle previsioni economiche per cui Burberry chiuderà l’anno in perdita per la seconda volta consecutiva, a causa soprattutto della crisi del mercato asiatico. Per la stessa ragione sono stati ridotti anche lo stipendio e i bonus aziendali di Christian Bailey. La diminuzione delle vendite in Cina e a Hong Kong ha riguardato tutto il settore del lusso ma ha colpito in particolar modo Burberry, le cui entrate provengono per il 30 per cento dalla Cina. L’analista di BNP Paribas Luca Solca aveva spiegato al Wall Street Journal che Burberry, per migliorare la sua situazione, avrebbe dovuto pensare a un «significativo rinnovamento del proprio settore creativo».

Il Telegraph fa notare che in precedenza anche altri marchi del lusso hanno scelto di unificare le loro offerte sotto un’unica linea: quest’anno Marc Jacobs ha chiuso la sua seconda linea Marc by Marc Jacobs e Victoria Beckham ha inserito la sua linea di jeans Victoria Beckham Denim in Victoria, che vende capi a prezzi più bassi rispetto alla prima linea Victoria Beckham.