• Sport
  • venerdì 9 Ottobre 2015

Jurgen Klopp è il nuovo allenatore del Liverpool

L'allenatore tedesco che fino a pochi mesi fa era al Borussia Dortmund ha firmato un contratto di 3 anni

Jürgen Klopp, allenatore tedesco di calcio, è il nuovo allenatore del Liverpool: Klopp ha 48 anni e prenderà il posto di Brendan Rodgers, esonerato il 4 ottobre. Il contratto firmato da Klopp è di 3 anni e secondo la BBC gli farà guadagnare circa 20 milioni di euro. Sempre secondo BBC Klopp porterà con sé al Liverpool Zeljko Buvac e Peter Krawietz, i due assistenti che lavoravano con lui al Borussia Dortmund. Klopp ha firmato durante un incontro con i dirigenti del Liverpool che si è tenuto nella sera di giovedì 8 ottobre. Il Liverpool è uno dei club più importanti della Premier League – il più importante campionato di calcio inglese – e quest’anno dopo otto partite di campionato è decimo in classifica, con 3 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Rodgers allenava il Liverpool dal 2012 ed è stato esonerato in seguito a un pareggio con l’Everton, l’altra squadra della città di Liverpool. Durante la conferenza stampa di presentazione come allenatore del Liverpool, Klopp ha detto di essere “the normal one”, quello normale, con un chiaro riferimento a Josè Mourinho – attuale allenatore del Chelsea – che si era invece definito “the special one”, quello speciale, durante la sua prima conferenza stampa in Inghilterra.

Klopp è considerato uno dei più bravi allenatori di calcio in Europa: dal 2001 al 2008 ha allenato il Mainz e dal 2008 al 2015 ha allenato il Borussia Dortmund. Klopp ha scelto di lasciare il Borussia Dortmund al termine della stagione 2014-15 dopo essere riuscito a vincere due campionati tedeschi e a far giocare alla sua squadra un calcio spettacolare, oltre che molto efficace, per cui è diventato famoso. Ad aprile 2015 aveva comunicato la sua decisione di lasciare il Borussia Dortmund dicendo di aver capito di non essere più «l’allenatore perfetto» per la squadra. Klopp non ha mai meglio precisato i motivi per cui non  si sentiva più l’allenatore perfetto per il Borussia Dortmund: aveva solo detto anche di avere deciso di comunicare la sua scelta prima della fine della stagione per dare tempo alla squadra di organizzarsi.

Prima di andarsene dal Borussia Dortmund Klopp aveva spiegato non avere perso la voglia di fare l’allenatore e che non pensava di prendersi un anno “sabbatico” senza allenare, cosa che ha per esempio fatto lo spagnolo Josep Guardiola dopo aver allenato il Barcellona e prima di iniziare ad allenare il Bayern Monaco. Negli ultimi giorni si è spesso parlato della possibilità che Klopp potesse diventare il nuovo allenatore del Liverpool, di cui aveva detto di apprezzare e conoscere a memoria “l’inno”, la famosa canzone You’ll never walk alone.

Uno dei momenti più importanti della carriera di Jürgen Klopp è stata la finale di Champions League del maggio 2013, che il Borussia Dortmund perse contro il Bayern Monaco. Prima di quella finale Francesco Costa scrisse di Klopp spiegando perché era in quel momento il “personaggio più interessante del calcio internazionale“.