La fenomenale libreria cinese Fangsuo

È a Chengdu, occupa 5500 metri quadrati e ha vinto dei premi di architettura: si ispira al buddhismo, ma sembra extraterrestre

La libreria Fangsuo si trova a Chengdu, una città di più di quattro milioni di abitanti nella regione del Sichuan in Cina. La libreria è stata inaugurata nel febbraio scorso dopo 14 mesi di lavoro. Il progetto dell’architetto cinese Chu Chih-Kang è stato ispirato dalle “biblioteche segrete delle scritture”, cioè i luoghi vicini ai templi buddhisti cinesi in cui venivano conservati i testi sacri. L’architetto ha studiato la vita di Xuan Zhang – un monaco buddhista del 600, famoso viaggiatore e traduttore che mise in contatto la cultura cinese con quella indiana – e ha reinterpretato lo stile del tempio Daci, il più importante di Chendgu.

La libreria, che misura ben 5500 metri quadrati, è di cemento, acciaio, rame e vetro. Lo stile è grandioso e insieme minimale: le colonne di cemento non sono dipinte, i tubi sono lasciati a vista, la luce è soffusa. All’ingresso, una scala mobile chiusa in una galleria di rame ispirata a una meteora conduce al grandissimo open space che ospita i libri, la cartoleria e un’area dedicata ai vestiti. Nel 2015 la Fangsuo ha vinto due premi di architettura e design: il Good design award che si tiene a Chicago dal 1958 e il tedesco Iconic awards.