Jon Bon Jovi durante un concerto dei Bon Jovi in Australia nel 2013. (Getty Images)
  • postit
  • martedì 8 Settembre 2015

Le autorità cinesi hanno cancellato i concerti dei Bon Jovi nel paese

Jon Bon Jovi durante un concerto dei Bon Jovi in Australia nel 2013. (Getty Images)

La band statunitense Bon Jovi aveva in programma due concerti la prossima settimana in Cina: uno lunedì a Shanghai e uno giovedì a Pechino. I biglietti costavano fino a 540 euro. Oggi il servizio che si occupa dei biglietti ha bloccato la vendita per i due concerti. La ragione per questo cambio di programma è probabilmente l’utilizzo da parte dei Bon Jovi di un’immagine del Dalai Lama come scenografia durante un concerto a Taiwan nel 2010. Le autorità sono sempre state molto severe nel giudicare gli incontri di personaggi politici o dello spettacolo con il Dalai Lama che è la guida dei buddisti tibetani e vive in esilio dal 1959. A luglio un concerto dei Maroon 5 a Shanghai era stato cancellato perché i membri della band avevano fatto gli auguri di compleanno al Dalai Lama su Twitter. Nel 2009 gli Oasis avevano cancellato un concerto in Cina perché Noel Gallagher, un membro della band, aveva partecipato ad un concerto per il Tibet libero.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.