La festa per lo Scudetto della Juventus alla fine dell'ultimo campionato di Serie A. (LaPresse - Spada)
  • Sport
  • lunedì 27 Luglio 2015

Il nuovo calendario della Serie A 2015-2016: tutte le 19 giornate

Tutte le giornate del prossimo campionato di calcio, sorteggiate a Milano

La festa per lo Scudetto della Juventus alla fine dell'ultimo campionato di Serie A. (LaPresse - Spada)

È avvenuto il sorteggio del calendario della Serie A di calcio per la stagione 2015-2016, lunedì a Milano, all’interno di Expo 2015. La prossima Serie A comincerà il 22 agosto e finirà il 15 maggio. La Lega Serie A, che organizza il campionato, ha stabilito una lunga serie di criteri per il sorteggio: non tutte le squadre che parteciperanno al prossimo campionato hanno le stesse probabilità di giocare l’una contro l’altra nelle diverse giornate del torneo.

I criteri di sorteggio
Le regole sul sorteggio sono serviti per rendere più equo il campionato ma anche per renderlo più bello per i tifosi che lo vogliono seguire: comprendono limitazioni sull’ordine della partite, che vanno giocate in casa e in trasferta in modo alternato, ma anche regole stabilite affinché non si giochino due derby – partite tra squadre della stessa città – nella stessa giornata.

Casa e trasferta:

– Nelle quattro ultime giornate di campionato le squadre devono giocare obbligatoriamente 2 partite in casa e due in trasferta, alternatamente.

– Le squadre della stessa città – Chievo ed ‘Hellas Verona, Genoa e Sampdoria, Inter e Milan, Juventus e Torino, Lazio e Roma – devono obbligatoriamente giocare in modo alternato una partita in casa e una in trasferta. Le squadre che condividono lo stesso stadio, inoltre, giocano le partite in casa e trasferta in ordine inverso rispetto allo scorso campionato, per esempio: l’Inter gioca la prima partita del prossimo campionato in casa, avendo giocato la prima dello scorso campionato in trasferta.

– Nessuna squadra può giocare più di due coppie di incontri consecutivi in casa o in trasferta; se una squadra gioca due coppie di incontri consecutivi in casa o in trasferta, una coppia di incontri dovrà essere in casa, l’altra in trasferta.

– Le squadre che lo scorso anno hanno giocato l’ultima partita in trasferta, giocheranno l’ultima partita del prossimo campionato in casa.

Altri criteri:

– Nelle partite di campionato giocate durante la settimana, quindi non nel weekend, non possono incontrarsi tra loro Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, e non si giocheranno i derby tra le squadre di Roma, Genova, Torino e Verona.

– Le partite tra le squadre di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona non si giocano né durante la prima né durante l’ultima giornata di campionato.

– Non si possono giocare partite nello stesso giorno e con lo stesso ordine casa/trasferta rispetto allo scorso campionato (Napoli-Palermo, per esempio, non si può più giocare alla quarta giornata di campionato, ma si può giocare invece Palermo-Napoli)

– Le squadre che si sono incontrate nella prima o nell’ultima giornata dello scorso campionato o di quello prima ancora non possono in ogni caso incontrarsi nella prima giornata o nell’ultima giornata del prossimo campionato.

– Le squadre che giocheranno la Champions League (Juventus, Roma e Lazio) e le squadre che giocheranno l’Europa League (Napoli, Fiorentina e Sampdoria) non possono incontrarsi in una delle giornate comprese tra un turno di Champions League e un turno di Europa League (la 7ª, la 10ª, la 13ª e la 17ª).