• Sport
  • domenica 21 Giugno 2015

Gli stereotipi sulle donne e il calcio raccontati dalle calciatrici della nazionale norvegese

Chi ha l'istinto di prendere la palla con le mani e chi non capisce il fuorigioco, in un video divertente trasmesso dalla tv della Norvegia

La Norsk rikskringkasting AS, la tv pubblica norvegese, ha realizzato un video in cui alcune calciatrici della nazionale norvegese di calcio fanno finta di confessare che alcuni stereotipi sul calcio femminile siano veri. Nel video c’è per esempio la centrocampista 23enne Emilie Haavi – che ha già giocato 44 partite con la propria nazionale – che ammette con un’espressione molto credibile che spesso ha l’istinto di prendere la palla con le mani, anziché calciarla. La 22enne centrocampista Cathrine Dekkerhus dice orgogliosa che il suo record di palleggi è 25, ma fatti con un palloncino; dopo si lamenta di aver dovuto cambiare squadra perché a un certo punto tutte le sue compagne si erano innamorate di lei («ci sono lesbiche dappertutto!»). Il video contiene anche alcuni sarcastici consigli alla FIFA per rendere più facile il calcio femminile, come per esempio dotare il portiere di guanti più grossi o restringere il campo.

(cliccando sul rettangolino in basso a destra, si può scegliere di aggiungere i sottotitoli in inglese)

La nazionale norvegese è una delle sorprese dei Mondiali di calcio femminile attualmente in corso in Canada: nel girone eliminatorio ha pareggiato 1-1 con la Germania – una delle squadre più forti del torneo – e lunedì 22 giugno giocherà contro l’Inghilterra negli ottavi di finale.