Sohyun Cho, calciatrice della Corea del Sud, il 17 giugno a Ottawa, in Canada (Andre Ringuette/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 19 giugno 2015

Le foto più belle dei Mondiali femminili

È finita la fase a gironi, da sabato si giocano gli ottavi di finale: le squadre favorite ci saranno tutte

Sohyun Cho, calciatrice della Corea del Sud, il 17 giugno a Ottawa, in Canada (Andre Ringuette/Getty Images)

Il 6 giugno sono iniziati in Canada i Mondiali femminili di calcio, che andranno avanti fino al 5 luglio, giorno della finale del torneo. Ai Mondiali canadesi partecipano 24 squadre, divise in sei gironi. Fino a ora si sono giocate 36 delle 52 partite in programma: il 17 giugno si è conclusa la fase a gironi e da sabato 20 giugno inizieranno gli ottavi di finale, a cui si sono qualificate le prime due squadre di ogni girone e le quattro migliori terze. Tra loro ci sono tutte le squadre date per favorite: Stati Uniti, Germania, Giappone, Brasile, Norvegia, Francia e Inghilterra.

Le partite più interessanti degli ottavi di finale sono Germania-Svezia, che si giocherà il 20 giugno, e Norvegia-Inghilterra, che si giocherà il 22 giugno. Le uniche due squadre che hanno vinto tutte e tre le partite del loro girone sono Brasile e Giappone. La squadra che ha segnato più gol è la Germania (15), seguita da Svizzera (11) e Camerun (9), una delle sorprese del torneo e unica squadra africana ad essere arrivata agli ottavi di finale. Durante la fase a gironi la migliore calciatrice è stata la tedesca Anja Mittag, che ha segnato quattro gol e fatto due assist.

Quella attualmente in corso è la settima edizione dei Mondiali femminili di calcio: la precedente edizione si è disputata in Germania ed è stata vinta dal Giappone. Le altre edizioni sono state vinte due volte da Stati Uniti e Germania e una volta dalla Norvegia.

Il calendario degli ottavi di finale: tutte le partite saranno trasmesse in diretta e in esclusiva su Eurosport, il canale 210 del pacchetto Sky.

20 giugno: Cina-Camerun
20 giugno: Germania-Svezia
21 giugno: Francia-Corea del Sud
21 giugno: Brasile-Australia
21 giugno: Canada-Svizzera
22 giugno: Stati Uniti-Colombia
22 giugno: Norvegia-Inghilterra
23 giugno: Giappone-Olanda

(La guida del Post ai Mondiali femminili di calcio)

Il calcio femminile è ancora molto meno diffuso di quello maschile, ma il New York Times ha scritto di recente che il movimento ha subìto negli ultimi anni una «crescita esplosiva», patrocinata anche dal presidente dimissionario della FIFA Sepp Blatter: come ha scritto la giornalista sportiva Juliet Macur, con Blatter sono arrivati «nuovi investimenti, finanziamenti e opportunità». Quest’anno per la prima volta partecipano al torneo 24 squadre – fino al 2011 partecipavano solo in undici – fra cui diverse nazionali che sono migliorate molto negli ultimi anni e non si erano mai qualificate prima per i Mondiali: è il caso ad esempio della Spagna o della Costa d’Avorio. La nazionale italiana, invece, non è riuscita a qualificarsi per la fase finale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.