(Maurizio Lagana/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 6 Giugno 2015

La trattativa esclusiva per cedere il Milan

Fininvest ha annunciato che tratterà con l'imprenditore Bee Taechaubol, che dovrebbe ottenere il 48 per cento delle quote

(Maurizio Lagana/Getty Images)

Ieri sera Fininvest, l’azienda principale fra quelle di proprietà di Silvio Berlusconi, ha fatto sapere in un comunicato che nei prossimi due mesi condurrà una trattativa esclusiva per la cessione del 48 per cento delle quote del Milan all’imprenditore thailandese Bee Taechaubol. Nonostante per ora Fininvest abbia annunciato solamente l’avvio della trattativa esclusiva, in molti ritengono che la parziale cessione del Milan sia una cosa certa: nelle scorse settimane Berlusconi – che controlla il Milan dal 1986 tramite Fininvest – ha ripetuto spesso che stava cercando degli azionisti di minoranza per il Milan, e Taechaubol si era mostrato interessato all’acquisto di alcune quote della società. Le cifre dell’accordo non sono ancora note, ma la Gazzetta dello Sport ha scritto che Taechaubol comprerà il 48 per cento delle quote del Milan versando circa 500 milioni a Fininvest (da mesi Berlusconi dice di valutare il Milan circa un miliardo di euro).

Taechaubol ha 39 anni ed è un imprenditore thailandese. La sua famiglia è nota per possedere il Country Group Thailand, una società che si occupa di investimenti immobiliari in Thailandia e Australia. Lui stesso si è occupato di gestione di fondi di investimenti per varie società. Taechaubol è anche noto per essere il co-proprietario del Global Legends Series, una società che organizza partite amichevoli fra squadre formate da ex calciatori famosi, per raccogliere fondi da donare a società di beneficenza.

In un’intervista data a Repubblica e pubblicata il 5 giugno, Taechaubol ha parlato già da azionista del Milan, in pratica: ha spiegato di considerarsi un «investitore» e di non voler fare il presidente. Taechaubol ha anche aggiunto di considerare i due amministratori delegati del Milan Adriano Galliani e Barbara Berlusconi due «figure centrali». Dal punto di vista sportivo, Taechaubol ha detto a Repubblica che è necessario assumere un allenatore che «sappia vincere subito» – il Milan dovrebbe annunciare a breve l’ingaggio di Siniša Mihajlović, 46enne ex allenatore di Catania e Sampdoria – e che nel giro di un anno «si può tornare a vincere».

Nell’intervista a Repubblica Taechaubol ha anche spiegato che nell’operazione di acquisto delle quote del Milan sarà appoggiato dalla banca cinese CITIC, come già era stato scritto da alcuni giornali negli scorsi mesi. Bee Taechaubol è anche considerato molto vicino a Nelio Lucas, il CEO della Doyen Sports, una potente società di investimenti a cui sono legati diversi procuratori e alcune squadre importanti come Atletico Madrid e Benfica. In molti credono che con la parziale cessione delle quote a Taechaubol, potrebbero arrivare al Milan alcuni giocatori legati alla Doyen.

With Nelio Lucas & Stefano Grilli

A photo posted by Bee Taechaubol (@bee.taechaubol) on