(Jordan Strauss/Invision for Leica/AP Images)
  • Cultura
  • mercoledì 27 maggio 2015

Le fotografie di Mary Ellen Mark

Una grande fotografa statunitense è morta a New York a 75 anni: le immagini del suo ultimo libro

(Jordan Strauss/Invision for Leica/AP Images)

Lunedì 25 maggio è morta a New York a 75 anni Mary Ellen Mark, celebre fotografa conosciuta per i suoi ritratti e per i suoi lavori nella pubblicità e nel fotogiornalismo. Viaggiò in molte città del mondo, si occupò di storie da cui molti dei suoi colleghi stavano alla larga, fotografò i set di molti film famosissimi e pubblicò i suoi lavori sulle riviste più importanti del mondo.

Nata il 20 marzo 1940 nella periferia di Philadelphia, Mary Ellen Mark si laureò in pittura e storia dell’arte alla University of Pennsylvania nel 1962; tre anni dopo si specializzò in fotogiornalismo alla Annenberg School for Communication, dove ottenne una borsa di studio per realizzare un reportage fotografico in Turchia. Durante quel viaggio Mark scattò fotografie in Inghilterra, Germania, Grecia, Italia e Spagna, prima di spostarsi a New York, dove per molti anni si dedicò a fotografare soprattutto soggetti “borderline”, tra le manifestazioni contro la guerra in Vietnam, i movimenti di liberazione delle donne e per i diritti degli omosessuali, sempre esplorando temi “difficili” come la tossicodipendenza, la prostituzione, la malattia mentale. “Ho sempre cercato con le mie immagini di dare voce alle persone che avevano meno opportunità di parlare per sé”, aveva detto una volta.

Mary Ellen Mark è nota anche per le sue foto di scena sui set di alcuni dei film più famosi della storia del cinema: dal Satyricon di Fellini, il primo film che Mary Ellen Mark documentò con la sua macchina fotografica, ad Apocalypse Now di Francis Ford Coppola o Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman, fino ai più recenti Moulin Rouge di Baz Luhrmann e Babel di Alejandro Gonzalez Inarritu. Le sue foto sono esposte in decine di musei e gallerie e sono state pubblicate su alcuni dei giornali più noti del mondo tra cui Life, Vanity Fair, Rolling Stone, The New Yorker e raccolte in 19 libri fotografici. Le foto contenute in questo articolo sono tratte dal suo ultimo libro, Man and Beast: Photographs from Mexico and India, una raccolta di foto scattate tra l’India e il Messico nel corso di quarant’anni che raccontano le relazioni complesse tra uomini e animali.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.