• Sport
  • domenica 3 Maggio 2015

Mayweather ha battuto Pacquiao ai punti

Le migliori foto dell'“incontro del secolo”, dominato da Mayweather, e delle celebrità arrivate a Las Vegas per vederlo dal vivo

Floyd Mayweather, pugile statunitense, ha battuto il filippino Manny Pacquiao in quello che molti commentatori avevano definito “l’incontro del secolo”, per via del fatto che Mayweather e Pacquaio sono considerati i pugili migliori della loro generazione. Mayweather-Pacquiao, incontro che assegnava il titolo di campione mondiali dei pesi welter WBO, si è svolto nella notte italiana tra sabato 2 e domenica 2 maggio a Las Vegas, in Nevada. È stato dominato in gran parte da Mayweather, che è riuscito prima a prenderne il controllo e poi a contenere Pacquiao, che ha avuto un buon momento solamente fra la quarta e la sesta ripresa. Il titolo di campione mondiale dei pesi welter WBO era detenuto da Pacquiao.

Dopo l’assegnazione della vittoria, Mayweather e Pacquiao si sono anche abbracciati, e sono stati applauditi dagli spettatori. Nella conferenza stampa dopo l’incontro, uno dei promoter dell’evento ha detto che Pacquiao si era strappato una spalla poco prima dell’incontro, e che in pratica ha dovuto combattere con una sola mano. Mayweather ha detto che combatterà un altro incontro a settembre prima di ritirarsi definitivamente. Per ora ha vinto tutti e 48 gli incontri da professionista che ha combattuto. L’incontro era stato ufficializzato il 20 febbraio 2015 con il consenso scritto di entrambi gli atleti. Ma era da più di cinque anni che si parlava di un combattimento tra Mayweather e Pacquiao. Il Telegraph ha riassunto in un’utile cronologia le fasi che hanno portato all’organizzazione dell’incontro. BBC Sport ha definito l’incontro «il più redditizio della storia»: Mayweather e Pacquiao si sono accordati per dividersi i compensi rispettivamente al 60 e al 40 per cento, e dovrebbero incassare rispettivamente almeno 180 e 120 milioni di dollari.

Floyd Joy Mayweather Jr. è nato a Grand Rapids, in Michigan, nel 1977. È considerato dalla rivista Ring il pugile più forte del momento “pound-to-pound”, chilo per chilo: quindi il più forte in una ipotetica classifica con tutte le categorie di peso. Mayweather è alto 173 centimetri e ha combattuto in tutte le categorie che vanno dai superpiuma (59 chili) ai superwelter (69 chili). Mayweather ha cominciato a combattere come dilettante, vincendo una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, nei pesi piuma. Da quando ha iniziato la carriera da professionista, Mayweather ha combattuto 48 incontri e li ha vinti tutti: 26 per KO, acronimo di “knock-out”, cioè quella situazione in cui un pugile caduto a terra per i colpi dell’avversario non si rialza entro 10 secondi e viene giudicato come non più in grado di combattere.

Emmanuel “Manny” Pacquiao è nato a Kibawe, nelle Filippine, nel 1978. Nella classifica “pound-to-pound” occupa il terzo posto. Nella sua carriera ha combattuto in tutte le categorie che vanno dai pesi mosca (52 chili) ai superwelter: è alto 169 centimetri e ha vinto 57 incontri, di cui 38 per KO, perdendone 5 e pareggiandone 2. Oltre a essere uno dei pugili più forti degli ultimi anni, Manny Pacquiao è impegnato su molti altri fronti: è stato eletto deputato nelle Filippine una prima volta nel 2010 e una seconda nel 2013, è un attore, un cantante e ha giocato a basket in una squadra del campionato filippino, squadra di cui è anche allenatore.

Foto: Al Bello/Getty Images