• Media
  • venerdì 6 Marzo 2015

Un po’ di pagine del nuovo Espresso

Il famoso settimanale esce oggi con una nuova testata, una grafica leggermente rinnovata e una diversa impostazione delle notizie dentro ogni numero

L’Espresso, uno fra i più noti settimanali italiani, esce oggi in edicola con una grafica leggermente rinnovata. Fra le cose che si notano di più, sulla copertina è stata aumentata la grandezza della testata, di cui è anche cambiato il colore: prima era bianca, ora è rossa. Per quanto riguarda gli articoli, il direttore Luigi Vicinanza – che in precedenza ha lavorato a Repubblica e per vari giornali del gruppo Espresso, e ha sostituito Bruno Manfellotto nell’ottobre del 2014 – ha detto in un editoriale che il giornale sarà diviso in tre parti, «ben separate già dal colore dei titoli».

L’Espresso è stato fondato nel 1955 e viene pubblicato dal gruppo Espresso, di proprietà dell’imprenditore italiano Carlo De Benedetti: è lo stesso gruppo editoriale di Repubblica, di cui condivide la vicinanza politica al centrosinistra, e di decine di giornali locali. Sul numero che esce oggi, l’articolo di copertina è un’inchiesta di Fabrizio Gatti sugli sprechi delle province in Italia.

Sulla divisione in tre parti del settimanale, Vicinanza ha detto:

Nella prima le hard news, saltando le distinzioni tra le tradizionali sezioni in cui si articola un giornale – attualità, politica, mondo, economia – ma con un intreccio di competenze per provare a spiegare nel modo migliore e più chiaro possibile questioni complesse. La sezione si chiude con “Glocal”, un panorama veloce di quel che accade nel mondo e nella provincia italiana. Dopo il reportage, con fotografie esclusive e potenti, una sezione “di grazia”, segnata dal colore blu, completata dalle rubriche letterarie e dalle recensioni.

Vicinanza ha anche promesso «una sempre più stretta integrazione tra il giornale di carta e quello online», citando come esempio il fatto che il primo reportage sulla cosiddetta lista Falciani sia stato pubblicato prima online e solo in seguito sull’edizione cartacea. Il numero di oggi sarà venduto a un euro. L’Espresso celebrerà i propri 60 anni curando inoltre una serie di 12 volumi sulla storia d’Italia, il primo dei quali uscirà in edicola il 13 marzo.