• Mondo
  • giovedì 5 marzo 2015

Le foto di Renzi a Mosca

Il PresdelCons ha incontrato Putin – dopo aver visto Poroshenko, in Ucraina – e ha posato dei fiori nel posto in cui Boris Nemtsov è stato ucciso

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi si trova da mercoledì 4 marzo in visita ufficiale a Mosca, la capitale della Russia, dove oggi ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin. Stamattina ha posato dei fiori nel luogo dove venerdì 27 febbraio è stato ucciso Boris Nemtsov, noto oppositore politico di Putin. Mercoledì aveva anche incontrato a Kiev il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko.

Giovedì, dopo aver posato i fiori, Renzi ha visitato l’ambasciata italiana a Mosca, ha incontrato il primo ministro russo Dmitrij Medvedev e infine ha incontrato Putin. L’incontro fra Renzi e Putin è durato circa tre ore. Al termine è stato reso noto che si è parlato della complicata situazione di Libia, Iraq e Siria, di un impegno comune sul terrorismo internazionale e del rispetto dell’accordo di Minsk, che prevede dal 14 febbraio una tregua nel conflitto in Ucraina orientale (ma che ha spesso rischiato di saltare). Putin ha definito l’incontro «utile e tempestivo», Renzi ha detto che il patto di Minsk è stato «un passo in avanti decisivo» rispetto ai problemi fra Unione Europea e Russia, e che «nelle prossime settimane e mesi sarà fondamentale lavorare insieme». Renzi ripartirà oggi per l’Italia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.