Oscar 2015, tutti i vincitori dei premi

Uno per uno, tutti gli Oscar da "Birdman" a "Grand Budapest Hotel" e "Whiplash": con le facce dei vincitori

I premi Oscar 2015 sono stati consegnati nella notte tra domenica e lunedì a Los Angeles: sono i più famosi e prestigiosi premi del cinema statunitense e quindi internazionale. L’Oscar più importante della serata, quello per il miglior film, è stato vinto da Birdman, che ha ottenuto in totale quattro riconoscimenti (tra cui anche quello per il miglior regista, vinto da Alejandro G. Inarritu); anche The Grand Budapest Hotel ha vinto quattro Oscar. Whiplash ha vinto tre premi, mentre tutti gli altri – tra cui Boyhood e American Sniper, che hanno deluso un po’ rispetto alle aspettative iniziali – hanno vinto solo un Oscar. Non c’è stato insomma un film che ha “sbancato”, rispetto agli altri: e infatti tutti gli otto film candidati al premio per il miglior film hanno avuto almeno un riconoscimento.

(Le foto più belle della serata degli Oscar)

Altre cose notevoli successe intorno agli Oscar: l’italiana Milena Canonero ha vinto il suo quarto Oscar per i costumi; il conduttore Neal Patrick Harris ha citato una famosa scena di Birdman e a un certo punto è finito nudo sul palco; Jennifer Lopez e Meryl Streep si sono scattate un selfie e hanno accolto con grande soddisfazione il discorso femminista di Patricia Arquette; la canzone che ha vinto l’Oscar, “Glory”, è stata cantata dal vivo; il cortometraggio animato premiato con l’Oscar si può vedere qui; mentre qui invece ci sono le foto del “red carpet”, per gli appassionati del genere.

Tutti i premi Oscar, nell’ordine in cui sono stati consegnati:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.