• Mondo
  • giovedì 4 Settembre 2014

I gay alla parata di San Patrizio

Dal prossimo anno i loro gruppi potranno sfilare a New York mostrando i simboli della comunuità LGBT

Il comitato organizzatore della parata di San Patrizio di New York, che dal 1762 si svolge ogni anno il 17 marzo e a cui partecipano più di 100mila persone, ha concesso per la prima volta a un gruppo di persone apertamente gay di sfilare esponendo un proprio striscione alla prossima manifestazione. Fino all’edizione di quest’anno, era in vigore un divieto di esporre simboli riferibili alla comunità gay durante la parata: gli organizzatori sostenevano che avrebbero distratto dal reale significato della sfilata, cioè festeggiare la tradizione irlandese (nel 2013 Bill de Blasio, eletto da poco sindaco, rifiutò di partecipare alla sfilata per via di questo divieto). Per il momento l’unico gruppo apertamente gay ammesso alla parata del 2015 sarà quello di OUT@NBCUniversal, un’associazione a favore dei diritti della comunità LGBT composta da dipendenti del gruppo NBCUniversal, che possiede i diritti per trasmettere la parata e controlla canali televisivi come NBC News Channel, MSNBC, E! e la casa cinematografica Universal.

Lo Irish Central, un quotidiano online rivolto agli statunitensi di origine irlandese, riporta che il comitato organizzatore della parata ha concesso la partecipazione di OUT@NBCUniversal dopo varie pressioni di alcuni suoi membri e dopo la minaccia di NBC di non trasmettere la parata. In un primo momento il comitato organizzatore aveva detto che altri gruppi LGBT avrebbero potuto far richiesta per partecipare alla parata del 2016, ma il New York Times  riporta che il vicepresidente della parata ha detto che c’è ancora qualche posto disponibile per quella del 2015. L’arcivescovo di New York Timothy Dolan – che sarà anche il Grand Marshal della parata, una carica celebrativa – ha detto che la decisione del comitato organizzatore è stata «saggia».

La festa di San Patrizio, il santo patrono d’Irlanda (che non era irlandese e nel corso dei secoli fu forse confuso con un altro santo, San Palladio), nacque in Irlanda nel XVII secolo con un significato religioso e in seguito si diffuse nelle zone di forte immigrazione irlandese, come ad esempio gli Stati Uniti nord-orientali, diventando un’occasione per festeggiare la cultura irlandese e il suo folclore.

foto: Michael Loccisano/Getty Images