• Mondo
  • giovedì 15 Maggio 2014

Un collaboratore di Erdoğan ha preso a calci un manifestante

Una foto e un video accusano il vicecapo di gabinetto turco, che ha reagito alle proteste contro il governo a Soma

Aggiornamento sabato 24 maggio – All’inizio di questa settimana, scrive Reuters, il primo ministro turco Recep Tayyip Erdoğan ha licenziato Yusuf Yerkel, il suo collaboratore che era stato fotografato e ripreso in video mentre prendeva a calci un contestatore durante la visita ufficiale di alcuni membri del governo a Soma, in Turchia, dove il 13 maggio c’era stata un’esplosione che aveva provocato la morte di 301 persone. La notizia, ha aggiunto Reuters, è stata diffusa solo nel fine settimana.

***

Mercoledì 14 maggio il primo ministro turco, il conservatore Recep Tayyip Erdoğan, è andato a Soma, nella provincia di Manisa nella Turchia occidentale, dove il giorno precedente un grave incidente in una miniera di carbone ha provocato la morte di almeno 282 persone (ma ci sono ancora centinaia di dispersi). Durante la sua visita Erdoğan è stato contestato molto – la sua automobile è stata circondata e presa a calci, tra le altre cose – e un suo stretto collaboratore ha risposto alle provocazioni prendendo a calci un manifestante. Il collaboratore in questione si chiama Yusuf Yerkel e appare in una foto fatta circolare da alcuni blogger turchi e dal noto giornalista turco Serdar Akinan, e poi ripresa da Robert Mackey sul blog del New York Times “The Lede” e da molti media turchi.

Dopo qualche ora le agenzie fotografiche hanno diffuso altre foto di Yerkel che dà un calcio a una persona per terra, da una prospettiva diversa.

Giovedì è stato diffuso anche diffuso un video online – in slow-motion e all’indietro – del momento in cui Yerkel dà un calcio a una persona a terra, mentre quest’ultima è circondata da due uomini che indossano una divisa militare. Il video sembra mostrare la stessa scena ritratta nella foto ma da un’altra inquadratura.

Dopo diverse ore in cui non ha né confermato né smentito la notizia, Yusuf Yerkel ha detto ad alcuni giornali turchi che la persona ritratta nella foto è lui. Per il momento Yerkel non ha aggiunto altro, ma dovrebbe diffondere un comunicato o fare una dichiarazione in giornata.