• photogallery
  • Questo articolo ha più di otto anni

Storie piccole e fulminanti

I "Retablos" di Barbara Capponi, opere d'arte e piccoli presepi moderni e pop

Capitano Bobson

Durante il Salone del Mobile milanese della settimana scorsa, Barbara Capponi – che ha 48 anni e ha fatto molte cose, insieme all’artista – ha esposto per la prima volta il suo progetto che ha chiamato Retablos, in citazione dei piccoli presepi latinoamericani con quel nome. I presepi di Barbara Capponi raccontano con piccoli protagonisti storie istantanee a metà tra il fumetto, il romanzo, e gli episodi di Lost: potrebbero anche essere dei piccoli haiku in scatola, per tenersi sui riferimenti esotici. Un po’ divertenti, un po’ malinconici.

Le opere di Capponi non funzionano solo dentro le loro scatole – anzi, con le loro scatole, che fanno da didascalia e narrazione, o fumetto – ma anche fotografate, nel contrasto di messe a fuoco di alcuni particolari e nella perdita apparente della loro scala minuscola.