• Sport
  • mercoledì 19 Marzo 2014

Chi ha segnato di più in Champions League

Cristiano Ronaldo si è avvicinato ancora a un record storico, che nei prossimi anni verrà probabilmente superato (e chi sono i due italiani tra i primi dieci?)

Aggiornamento 25 maggio – Sabato 24 maggio il Real Madrid ha vinto la Champions League battendo 4-1 l’Atletico Madrid: Cristiano Ronaldo ha segnato un gol, a cui vanno aggiunti gli altri tre che aveva segnato nei quarti di finale e nelle semifinali. In questo modo ha superato Lionel Messi nella classifica dei migliori marcatori della Champions League.

–––

Mercoledì si sono giocate due partite di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, Chelsea-Galatasaray e Real Madrid-Schalke 04. Nella seconda partita, il Pallone d’Oro in carica Cristiano Ronaldo ha segnato due gol, rispettivamente il dodicesimo e il tredicesimo in questa edizione del torneo: Ronaldo è a un passo dal battere il record di José Altafini e Lionel Messi di 14 gol in una edizione – stabiliti rispettivamente nel 1963 e nel 2012 – ma soprattutto si è avvicinato sempre di più allo stesso Messi e all’ex leggendario attaccante del Real Madrid Raúl nella classifica dei migliori marcatori di sempre nella storia della Champions.

Di questo passo, dato che Ronaldo ha 29 anni e Lionel Messi 26, il record di Raúl potrebbe essere superato da entrambi già nelle prossime edizioni: Ronaldo in Champions League ha segnato complessivamente 64 gol in 103 partite, mentre Messi 68 in 84 partite. Di seguito trovate i primi 10 marcatori nella storia del torneo; per chi se lo stia chiedendo, il record battuto più volte da Filippo Inzaghi negli anni scorsi fu quello relativo ai gol realizzati in tutte le competizioni organizzate dalla UEFA (quindi anche le coppe “minori”, come la Coppa UEFA e la Coppa delle Coppe): negli anni, però, fu superato più volte anche in quella classifica dallo stesso Raúl, fino a quella definitiva, nel febbraio del 2011. Nel conteggio sono compresi anche i gol segnati nei turni preliminari, e quelli realizzati quando il torneo si chiamava ancora “Coppa dei Campioni” (che – va detto – prevedeva un numero inferiore di partite).