Cosa puoi fare e cosa non devi fare con Google Glass

I consigli di Google per chi usa i suoi occhiali: meglio non riprendere la gente senza dirglielo e non fare gli scontrosi

Google sta investendo molte risorse su Glass, il suo progetto per realizzare un sistema che mostri informazioni e notifiche direttamente sulle lenti degli occhiali, da sole e da vista, senza la necessità di dovere controllare costantemente lo schermo del proprio smartphone. Glass non è ancora in vendita e Google sta lavorando per migliorare le sue funzioni e realizzarne una versione definitiva. Tuttavia alcune migliaia di persone hanno potuto acquistare una prima versione degli occhiali, nell’ambito di un progetto che si chiama Explorer e che serve proprio per sperimentare sistemi e soluzioni per migliorare Glass.

Grazie alle informazioni fornite dalla comunità di Explorer, gli sviluppatori di Google hanno già realizzato diverse modifiche e stanno lavorando per capire come rendere il più intuitivo possibile l’utilizzo del dispositivo. L’idea è realizzare occhiali che diano informazioni stradali, aggiornamenti sui messaggi ricevuti, la possibilità di cercare al volo cose su Internet e di scattare fotografie e video, da un punto di vista molto personale come quello verso cui punta il proprio sguardo. E proprio questa funzione è quella che fino a ora ha suscitato più dubbi e critiche, perché secondo i detrattori consentirà un giorno a chi indossa Glass di realizzare video e scattare foto delle persone che stanno loro intorno senza che queste ne siano consapevoli.

Sotto molti punti di vista, comunque, Glass non offrirà funzioni molto diverse da quelle di un classico smartphone, a parte la praticità di non avere le mani occupate. Per rispondere alle critiche e mettere le cose in chiaro, Google ha preparato una lista di cose che si possono e che non si devono fare con Glass. Le regole sono indirizzate per ora ai partecipanti al progetto Explorer, ma un giorno potranno valere per tutti quelli che avranno deciso di comprare e utilizzare il dispositivo.

Le regole pubblicate da Google, tradotte:

SI
Esplorare il mondo – Glass ti fa tenere la tua tecnologia sotto controllo e ti rende libero di guardarti intorno e di farti coinvolgere dal mondo intorno a te, invece di farti distrarre. Chatta con i tuoi amici, ottieni le indicazioni per raggiungere un nuovo ristorante fantastico, o ricevi aggiornamenti su quel volo in ritardo.

Sfruttare i comandi vocali di Glass – Glass ti permette di avere le mani libere per fare altre cose come giocare a golf, cucinare, o fare il giocoliere con alcune torce mentre sei in equilibrio su un pallone da spiaggia. È una grande soluzione per convertire misure di peso mentre stai cucinando, o per scattare una foto da un punto di vista unico come il tuo.

Chiedere il permesso – Startene in un angolo della stanza osservando e registrando la gente attraverso Glass non ti farà guadagnare nessun nuovo amico. La fotocamera di Glass non è diversa da quella di un cellulare, quindi comportati come faresti con il tuo telefono e chiedi il permesso prima di scattare foto o girare video di altre persone.

Usare il blocca schermo – Il sistema di blocco dello schermo di Glass funziona come quello del tuo smartphone: protegge attraverso un codice il tuo dispositivo evitando che lo possa usare qualcun altro. Se perdi il tuo dispositivo o te lo rubano, puoi resettare a distanza Glass, rimuovendo tutte le tue informazioni dal dispositivo. Tutto ciò di cui hai bisogno è andare sulla pagina MyGlass dal tuo browser, o utilizzare l’applicazione di Glass sul tuo smartphone.

Essere un membro attivo della comunità Glass Explorer – Il programma Explorer è stato creato per dare uno spazio in cui confrontarsi ai partecipanti al progetto, e per condividere cose e informazioni con il team che si occupa di Glass. Ha avuto un enorme successo lo scorso anno e questo è dovuto in primo luogo ai suoi partecipanti. Condividono di continuo con noi e tra loro le loro cose, consentendoci di avere molti riscontri e storie.

NO
Glass-out – Glass è stato costruito per avere pillole di informazioni e brevi interazioni che ti consentono di tornare rapidamente a fare le cose che ti interessano. Se finirai col passare un sacco di tempo a osservare il prisma di Glass probabilmente quelli che ti stanno intorno ti guarderanno molto strano. Quindi non leggere “Guerra e pace” su Glass. Quel tipo di cose viene meglio su schermi più grandi.

Indossare Glass quando fai sport estremi – Glass è un aggeggio tecnologico, quindi usa il buonsenso. Sci d’acqua, rodeo e lotta nella gabbia non sono probabilmente una buona idea.

Indossare Glass e immaginare di essere ignorato – Diciamocelo: qualcuno ti farà delle domande. Sii paziente e spiega che Glass ha molte cose in comune con uno smartphone (fotocamera, mappe, email, ecc.). Inoltre, crea un tuo galateo. Se temi che qualcuno possa interrompere quella tua cenetta romantica in un bel ristorante con una domanda su Glass, toglitelo e mettilo in borsa.

Fare lo scortese o il losco – Rispetta il prossimo. Se hanno domande su Glass non fare lo stizzito. Sii gentile, spiega che cosa fa Glass e ricorda: una piccola dimostrazione spesso può bastare a ridurre scetticismo e diffidenza. Nei posti dove non è consentito utilizzare le fotocamere, la stessa regola varrà anche per Glass. Se ti viene chiesto di staccare il tuo telefono, spegni anche Glass. Se infrangerai le regole e sarai scontroso non riuscirai a coinvolgere altri interessati a Glass e rovinerai la piazza ad altri partecipanti al progetto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.