I film del weekend

Il film per cui sono candidati all'Oscar Matthew McConaughey e Jared Leto, quello sulla storia di Belle e Sebastien e uno spin off di Paranormal Activity, tra gli altri: tutti i trailer

Questa settimana esce Dallas Buyers Club, diretto da Jean-Marc Vallée e con protagonisti Matthew McConaughey e Jared Leto, entrambi candidati all’Oscar per la loro interpretazione (per cui hanno perso parecchi chili entrambi): il film è ispirato alla storia vera di Ron Woodroof (McConaughey) un rude elettricista texano, razzista e omofobo, a cui viene diagnosticato l’HIV e che comincia ad utilizzare farmaci sperimentali, prima corrompendo un infermiere dell’ospedale, dove incontra Rayon (Leto), una transessuale sieropositiva, e poi procurandosi da solo le medicine in Messico. I segreti di Osage County, di John Wells, è basato sulla pièce teatrale di Tracy Letts August Osage County, vincitrice del Premio Pulitzer, e racconta la storia di una riunione di famiglia (non proprio pacifica) tra una madre malata di cancro e le sue figlie. Belle & Sebastien, di Nicolas Vanier, è un film ispirato all’omonima raccolta di novelle di Cecile Aubry (e al famoso cartone animato giapponese degli anni Ottanta), sulla storia dell’amicizia tra un bambino e un pastore dei Pirenei durante la Seconda guerra mondiale.

Il segnato è lo spin-off ufficiale della serie Paranormal Activity, sulla storia di Jesse, un ragazzo sudamericano che viene perseguitato da forze misteriose. Infine escono Hercules – La leggenda ha inizio, con Kellan Lutz nei panni dell’eroe figlio di Zeus e La gente che sta bene, una commedia con Claudio Bisio, Margherita Buy e Diego Abatantuono.

Dallas Buyers Club
Regia: Jean-Marc Vallée
Attori: Matthew McConaughey, Jared Leto, Jennifer Garner, Denis O’Hare, Steve Zahn

I segreti di Osage County
Regia: John Wells
Attori: Meryl Streep, Julia Roberts, Ewan McGregor, Chris Cooper, Abigail Breslin

Belle & Sebastien
Regia: Nicolas Vanier
Attori: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Châtelier, Dimitri Storoge

1 2 Pagina successiva »

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.