© Daniel Kovalovszky, Green Silence

L’estasi del bosco

Bellissime foreste e boschi diventano metafora di fuga dal caos e dal rumore della città contemporanea

© Daniel Kovalovszky

Daniel Kovalovszky, Green Silence

Dal 2011 il fotografo ungherese Daniel Kovalovszky fotografa boschi e foreste con l’idea di cercare e documentare ambienti caratterizzati dalla quiete e dalla tranquillità. Il vasto catalogo si intitola Green Silence e mostra questi luoghi nella loro immobilità lontana dalla frenesia della città e dei luoghi affollati.

Quello che interessa a Kovalovszky è raccogliere con grandi immagini fotografiche attente all’estetica e alla composizione le relazioni nascoste e i piccoli cambiamenti della natura che lentamentente si trasforma. Con l’immagine fotografica prova a evocare sentimenti, sogni, desideri e domande e il racconto diventa parte dell’esperienza del fotografo che nel raccogliere queste immagini “evade” dall’ansia e dal rumore della città.

Daniel Kovalovszky dal 2007 è un fotografo free lance. Ha studiato fotografia alla scuola di Budapest e presso l’Hungarian Press Photo. La serie di fotografia Green Silence ha vinto diversi premi e attualmente è esposta presso la George Eastman Hall della Hungarian House of photography, un’importante istituzione che dal 2008 si occupa di fotografia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.