Evgenia Arbugaeva, Tiksi (Per gentile concessione dell'autrice e di Leica Oskar Barnack Award)

Infanzia in Siberia

Come si vive da bambini in uno dei posti più freddi e inospitali al mondo?

Evgenia Arbugaeva, Tiksi

Evgenia Arbugaeva, Tiksi

Evgenia Arbugaeva è una fotografa nata nel 1985 a Tiksi, in Siberia, una città sulla costa del mare Artico vicina a un’importante base militare e scientifica. Quando aveva otto anni, dopo il collasso dell’Unione Sovietica, si spostò con i genitori a Yakutsk, nel nord est della Siberia, uno dei luoghi più freddi della Terra dove trascorse parte dell’infanzia e l’adolescenza.

Poi si trasferì a New York, ma a un certo punto decise di tornare a Tiksi per raccontare con una serie di immagini i ricordi della sua infanzia. L’immaginario della fotografa nell’estremo nord è caratterizzato da paesaggi gelidi, dalla pianura, dalla tundra e dai pochi personaggi che animano gli ambienti bianchi e sterminati. Nella serie di fotografie – intitolata come il villaggio, Tiksi – Arbugaeva mescola, al racconto dei luoghi, momenti frutto della sua fantasia e dei suoi ricordi. Per esempio ritrae Tania, una bambina di 13 anni, nella quale rivede se stessa – e attraverso di lei prova a raccontare la lotta contro il freddo, la solitudine, il paesaggio.

Le immagini di Tiksi sono piene di riferimenti: appassionata di Jaques Cousteau, Arbugaeva dedica un omaggio all’esploratore attraverso il cappello rosso indossato da Tania. Il progetto è ispirato in parte anche alle vignette didattiche per bambini prodotte durante l’Unione Sovietica.

Arbugaeva ha vinto diversi premi, tra cui il Magnum Foundation Emergency Fund e con il progetto Tiksi un importante premio proposto da Leica, la nota casa di macchine fotografiche, il Leica Oskar Barnack Award 2013. Il premio, dedicato all’inventore della prima fotocamera compatta di successo, è nato nel 1979 e ogni anno sceglie diversi progetti di giovani fotografi internazionali. I progetti quest’anno saranno valutati da una giuria internazionale composta da cinque esperti, tra cui Evgenia Arbugaeva, che giudicherà la capacità di osservazione dei fotografi e il loro talento nell’esprimere al meglio “l’interazione tra l’uomo e l’ambiente”. Le iscrizioni per l’edizione 2014 sono aperte e chiudono il 31 gennaio.

Uno slideshow con i vincitori dell’edizione 2013: