• Sport
  • domenica 24 Novembre 2013

La vittoria più bella di Manny Pacquiao

Il pugile delle Filippine ha vinto il titolo mondiale di pugilato dei pesi welter: l'incontro è stato seguito in tutto il paese, anche nelle zone devastate dal tifone Haiyan

Manny Pacquiao, 34 anni, è un pugile e politico filippino molto famoso nel suo paese: è stato campione mondiale in otto classi di peso, il primo pugile a vincere dieci titoli mondiali in otto differenti categorie. Anche grazie alla sua fama, nel 2007 decise di candidarsi alle elezioni, ma venne sconfitto; poi si ricandidò nel 2010 e riuscì a farsi eleggere nella sua provincia di provenienza. Dopo due sconfitte pesanti, negli ultimi due incontri, domenica 24 novembre è tornato sul ring per una gara molto importante, che aveva alle spalle molti significati.

Un significato personale, dato che il suo ultimo incontro – il 9 dicembre 2012 – era finito con un KO alla sesta ripresa contro il messicano Juan Manuel Marquez, mentre quello precedente contro lo statunitense Timothy Bradley lo aveva perso ai punti, dopo una lunga serie di contestazioni. Un significato per il proprio paese, di rivincita, dopo che la popolazione delle Filippine è stata colpita pesantemente nelle ultime settimane dal passaggio del tifone Haiyan, che ha distrutto intere città e provocato almeno 7mila morti.

L’incontro di domenica, valido per la vittoria del titolo dei pesi welter, è stato organizzato dalla World Boxing Organization (WBO) – una delle quattro principali organizzazioni riconosciute dalla International Boxing Hall of Fame (IBHOF) – al casinò The Venetian di Macao, una delle regioni amministrative speciali della Cina. Manny Pacquiao ha vinto ai punti con decisione unanime dei tre giudici, dopo il dodicesimo round. Pochi avrebbero scommesso su una sua vittoria: in molti si chiedevano quale fosse la sua forma fisica, dopo che per mesi non aveva disputato incontri e il suo atteggiamento mentale, avendo subito molte pressioni a seguito delle ultime sconfitte.

Manny Pacquiao ha dedicato la vittoria alle persone coinvolte nelle devastazioni del tifone. L’incontro di pugilato è stato trasmesso in diretta in diverse città del paese e dove è ancora possibile usufruire dell’elettricità: migliaia di persone lo hanno potuto seguire nei maxi schermi allestiti nei capannoni utilizzati come accampamenti.

Anche nelle zone delle province più colpite, come nella città di Tacloban, le autorità locali hanno fatto il possibile per allestire delle zone in cui poter seguire l’incontro, compreso lo stadio, il luogo dove vengono organizzati la maggior parte dei soccorsi. In molti, racconta l’agenzia di stampa AFP, hanno preferito seguire l’incontro di pugilato piuttosto che mettersi in fila per la distribuzione degli aiuti da parte dei militari. Il capo dell’esercito delle Filippine, Noel Coballes, ha detto che a Manny Pacquiao saranno conferiti gli onori militari speciali per la sua ultima vittoria.