• Libri
  • domenica 24 Novembre 2013

Le ricette di Andy Warhol

Illustrate nel 1959, quando ancora non era Andy Warhol come lo conosciamo ora

Nel 1959 Suzie Frankfurt, una famosa arredatrice e decoratrice di interni, fu molto colpita in una mostra a Manhattan dagli stravaganti acquerelli raffiguranti fiori e farfalle di un giovane artista: il suo nome era Andy Warhol, che in quel momento lavorava come art director per la casa editrice Doubleday e realizzava illustrazioni di libri per bambini, prima di diventare uno dei più celebri rappresentanti della cosiddetta Pop Art.

I due diventarono subito amici e qualche mese dopo il loro primo incontro decisero di collaborare per realizzare un libro di ricette sullo stile dei sofisticati libri di cucina francese degli anni Cinquanta, molto famosi all’epoca. Pubblicarono così Wild Raspberries, un volumetto illustrato in edizione limitata (soltanto 34 esemplari, tutti colorati a mano). È una sorta di parodia dei libri di cucina allora in voga: le illustrazioni sono di Warhol, mentre i testi, elaborati da Frankfurt, furono scritti a mano dalla madre di Warhol. Il libro fu poi ripubblicato nel 1997, quando il figlio di Frankfurt ne trovò per caso una copia tra i documenti della madre.