Pittella ha vinto in Basilicata

La coalizione di centrosinistra ha ottenuto il 59,60 per cento dei voti, superando di molto il candidato di centrodestra Tito di Maggio, fermo al 19,38 per cento

Aggiornamento di martedì 19 novembre
Marcello Pittella ha vinto le elezioni regionali in Basilicata ed è il nuovo presidente della regione. La sua coalizione, che comprende tra gli altri l’Italia dei Valori, Centro Democratico e il Partito Socialista Italiano, ha ottenuto il 59,60 per cento dei voti, superando di molto il candidato del centrodestra Tito di Maggio, che si è fermato al 19,38 per cento con la coalizione formata da Popolo della Libertà, Unione di Centro, Moderati in Rivoluzione e Scelta Civica – Grande Sud – Fratelli d’Italia. Il candidato del Movimento 5 Stelle, Piernicola Pedicini, ha ottenuto il 13,19 per cento.

Tra i partiti, invece, il PD ha ottenuto il 24,83 per cento, il PdL ha ottenuto il 12,27 per cento, il Movimento 5 Stelle l’8,97 per cento, Sinistra Ecologia Libertà – che aveva una candidata autonoma – il 5,16 per cento.

***

Il 17 e 18 novembre si è votato in Basilicata per rinnovare il Consiglio regionale ed eleggere il presidente della regione, dopo le dimissioni del 24 aprile scorso di Vito De Filippo del Partito Democratico. Lo spoglio, che è iniziato dopo le 15 di lunedì – ora della chiusura dei seggi – è andato molto a rilento: con 632 sezioni scrutinate su un totale di 681, il candidato del PD, Marcello Pittella, è nettamente in vantaggio, con il 59,78 per cento dei voti. Salvatore Tito di Maggio, candidato della coalizione di centrodestra, è al 19,45 per cento, mentre Piernicola Pedicini, candidato del Movimento 5 Stelle, ottiene per ora il 12,99 per cento. L’affluenza è stata del 47,6 per cento, rispetto al 62,8 per cento delle ultime regionali.

Rispetto alle elezioni regionali di tre anni fa, le percentuali ottenute dai vari partiti sono decisamente cambiate. Il PD sta perdendo circa il 3 per centro, mentre il PdL oltre il 6 per cento. Rispetto alle elezioni politiche di febbraio, il M5S sta perdendo più del 10 per cento dei voti.

Pittella – 51 anni, attuale vicepresidente regionale e assessore alle attività produttive, fratello di Gianni (vicepresidente del Parlamento Europeo e candidato alla segreteria nazionale del PD) – è il candidato della coalizione formata da Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, Italia dei Valori, Centro Democratico e due liste civiche. Il 22 settembre scorso ha vinto le primarie regionali del centrosinistra, superando di soli 375 voti Pietro Lacorazza, appoggiato dal presidente dimissionario Vito De Filippo.

Gli aventi diritto di voto in Basilicata sono circa 450 mila, su una popolazione di 580 mila abitanti. I candidati alla presidenza della regione sono nove, mentre i candidati al consiglio regionale inseriti nelle liste elettorali sono in tutto 291 (qui la lista completa). A partire da queste elezioni, grazie alla legge sulla riduzione dei costi della politica nelle regioni, è stato ridotto il numero dei consiglieri regionali: se ne eleggeranno venti e non più trenta, mentre gli assessori passano da sei a quattro.

Foto: Marcello Pittella, candidato della coalizione di centrosinistra alla presidenza della regione Basilicata (Pagina Facebook di Marcello Pittella)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.