Che cosa presenta Apple martedì

I nuovi iPad grandi e piccoli, il sistema operativo Mavericks, e poi circolano voci molto da confermare

Per la mattina di martedì 22 ottobre (in Italia saranno le 19), Apple ha organizzato a San Francisco un evento per presentare le sue ultime novità: per sapere cosa saranno, questa è una guida minima delle voci che circolano online, con beneficio d’inventario.

iPad
La quarta generazione di iPad fu presentata durante un evento il 12 settembre 2012: rispetto all’edizione precedente aveva di diverso il processore (più potente) e il nuovo connettore Lightning, già introdotto su iPhone 5. Le informazioni circolate nelle ultime settimane indicano che Apple presenterà una nuova generazione di iPad con più sensibili differenze rispetto all’attuale tablet. Il nuovo iPad 5 dovrebbe essere esteticamente simile alla sua versione in piccolo, iPad mini, quindi con la parte posteriore ridisegnata e un poco più squadrata. Lo schermo sarà sempre da 9,7 pollici con Retina display, mentre ci si aspetta che all’interno abbia il nuovo processore A7 a 64 bit, probabilmente una variante del processore utilizzato per iPhone 5S, che sarà in vendita in Italia dal 25 ottobre.

Oltre al nuovo processore, iPad 5 potrebbe avere il sensore per le impronte digitali inserito nel tasto Home, come già avviene su iPhone 5S. Il sistema serve per sbloccare il telefono attraverso il riconoscimento delle proprie dita, senza dovere inserire un codice di sblocco ogni volta.

Per quanto riguarda la capacità di memoria, sembra confermato che i iPad 5 sarà messo in vendita con versioni da 32, 64 e 128 GB. Si era parlato di una possibile versione da 256 GB, ma considerato il costo delle memorie e una certa ritrosia di Apple a inserirne di così capienti nei suoi dispositivi mobili, è data come ipotesi poco realistica.

iPad Pro
Tra le voci che circolano c’è anche quella secondo cui Apple starebbe pensando a un iPad più grande con uno schermo da 13 pollici. Se ne era parlato in estate sul Wall Street Journal e su altri siti di tecnologia, ma non sono mai circolati dettagli particolari o foto di possibili prototipi e componenti. È alquanto improbabile.

iPad mini
La versione ridotta di iPad esiste da un anno ed è certo che una sua revisione sarà tra le novità annunciate da Apple. iPad mini ha ottenuto un notevole successo, grazie al prezzo inferiore rispetto al classico iPad e alle sue dimensioni, con lo schermo da 7,9 pollici. Tuttavia, la mancanza di Retina display, quindi di uno schermo ad alta definizione, inizia a essere un limite rilevante per iPad mini, superato negli ultimi mesi da molti tablet più economici e con schermi più definiti. Apple è stata fino a ora restia a introdurre il Retina display su iPad mini perché uno schermo simile consuma molta più energia e questo potrebbe influire sull’autonomia del tablet.

Il processore di iPad mini sarà probabilmente aggiornato alla versione A6, quella che fa funzionare iPhone 5C. E potrebbe essere messo in vendita in versioni colorate. Alcuni analisti dicono che Apple potrebbe anche decidere di ridurre il prezzo del tablet per renderlo più competitivo rispetto ai concorrenti: la società dovrebbe però rinunciare almeno in parte agli alti margini con cui vende l’attuale versione.

Mac OS X Mavericks
Il nuovo sistema operativo per i Mac è stato presentato in anteprima da Apple durante un evento speciale estivo. La scorsa settimana gli sviluppatori di applicazioni esterne hanno ottenuto la sua versione definitiva, cosa che fa ipotizzare un imminente lancio per tutti di Mavericks, come è stato chiamato. È una evoluzione dell’attuale Mountain Lion con diverse funzionalità modificate e la rimozione di elementi grafici che lo appesantivano, come il finto effetto pelle del calendario e cose simili.

La novità più importante riguarda un sistema migliorato per gestire i consumi delle risorse, cosa che consente di aumentare la durata dei laptop. Mavericks porta sui Mac le applicazioni iBooks per leggere i libri, e Mappe, per ottenere informazioni geografiche e sincronizzare gli itinerari con i propri iPhone e iPad. Ci sono più opzioni per la gestione dei file e delle cartelle, e per la condivisione dei file. Apple potrebbe mettere in vendita l’aggiornamento al nuovo sistema operativo a 19 euro circa, o anche a qualcosa di meno per favorirne una più rapida diffusione.

Mac Pro
Sempre durante l’evento estivo, Apple ha presentato la nuova versione di Mac Pro, tradizionalmente il computer più potente che produce indirizzato a professionisti come grafici, fotografi e progettisti. Esteticamente è radicalmente diverso rispetto all’attuale versione: è un cilindro nero con un particolare sistema di areazione interna per tenere al fresco i suoi processori molto potenti. Apple ha promesso che Mac Pro sarà disponibile entro l’autunno, quindi potrebbe annunciare martedì qualche dettaglio in più, prezzi altissimi compresi.

iPod
Tradizionalmente, gli eventi Apple dell’autunno dedicano spazio agli iPod e al loro rinnovo. Le attuali generazioni di iPod Touch e di iPod Nano risalgono all’autunno dello scorso anno e saranno probabilmente rinnovate, ma non è ancora chiaro con quali tempi. A differenza del solito, online non sono circolate foto o anticipazioni dai produttori di componenti sui nuovi modelli. Apple potrebbe anche annunciare qualche decisione su iPod Classic, il suo modello di iPod più capiente, che non riceve aggiornamenti sostanziali (a parte aumenti di memoria) da quattro anni.

Apple TV
La scatoletta da attaccare alla televisione, per acquistare e vedere film, serie tv e per ascoltare musica tramite iTunes, potrebbe essere aggiornata con qualche nuova funzionalità. AllThingsD, il blog tecnologico del Wall Street Journal di solito ben informato sulle cose Apple, sostiene che potrebbe esserne annunciata una nuova edizione, ma fino a ora non ci sono state molte altre indiscrezioni in merito. Sarà necessario, invece, ancora tempo prima di vedere una televisione vera e propria realizzata da Apple: se ne parla da almeno due anni, ma per ora il progetto resta un mistero.

MacBook Pro
Apple potrebbe annunciare un aggiornamento dei suoi MacBook Pro, in linea con l’aggiornamento di qualche mese fa dei MacBook Air. Ci si aspetta che la nuova edizione dei portatili abbia al suo interno i processori Intel di tipo Haswell, che permettono di consumare molta meno energia e quindi di aumentare l’autonomia dei MacBook.

iWatch
Da molto tempo si ipotizza che Apple sia al lavoro per realizzare uno smartwatch, un orologio che oltre a mostrare l’ora fa altre cose come ricevere notifiche, effettuare chiamate e gestire applicazioni. Il CEO di Apple, Tim Cook, ha detto più volte di essere molto interessato ai dispositivi che si possono indossare, ma ha anche chiarito che bisogna capire come renderli funzionali e davvero utili, cosa che richiede tempi lunghi di ricerca e sviluppo. Anche se altri produttori hanno già messo in vendita soluzioni simili, come Samsung con il suo Galaxy Gear, appare molto difficile che Apple annunci in tempi brevi uno smartwatch.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.